Il comunicato di Keita alla vigilia della Supercoppa Italiana segna il divorzio con la Lazio.

comunicato Keita Supercoppa Italiana
Keita Balde esulta dopo aver segnato il goal del pareggio contro il Napoli al San Paolo, nella partita del 5 novembre 2016. Credits: SS Lazio

Keita-Lazio: è l’ora del divorzio

Sta per giungere al capolinea l’avventura in biancoceleste di Keita. L’attaccante senegalese non è stato convocato da Simone Inzaghi in vista della finale di Supercoppa Italiana contro la Juventus. Ufficialmente si parla di un problema muscolare da parte del calciatore, mentre lo stesso Keita, attraverso il canale social di twitter, ha espresso il suo parere su tale vicenda, puntando il dito contro la dirigenza della Lazio intenzionata a punirlo in quanto desideroso di andare via, abbracciando proprio la causa bianconera. Keita ha sfogato così la sua rabbia mista a frustrazione:

“La mancata convocazione per la finale di Supercoppa mi ha profondamente amareggiato. È la prima partita importante della stagione, per la quale mi ero preparato e mi sono fatto trovare pronto. La decisione della società, evidentemente estranea a criteri puramente sportivi, mi crea un disagio psicologico del quale non so adesso valutare le conseguenze”.

Parole che esprimono a pieno il malessere da parte del calciatore, che vuol chiudere in fretta la sua parentesi biancoceleste, essendo alla ricerca di nuovi stimoli e rinnovati traguardi da raggiungere. La situazione in merito a Keita è la seguente: l’attaccante è in scadenza di contratto nel 2018 e il presidente biancoceleste Lotito chiede 30 milioni di euro per lasciarlo andare via. Il calciatore, assistito dall’agente Roberto Calenda, ha chiaramente fatto capire di voler accettare solo la destinazione che lo condurrebbe alla Juventus, la quale, al momento, ha messo sul piatto una prima offerta da 18 milioni di euro più bonus, troppo poco per convincere il presidente della Lazio, i cui rapporti con il club bianconero non sono particolarmente idilliaci.

Come è ben noto, il numero quattordici biancoceleste ha rifiutato in precedenza le proposte giunte dall’estero, e in particolar modo dall’Inghilterra, da parte di Liverpool, West Ham e Totthenam, rispendendo al mittente anche l’offerta piuttosto sostanziosa manifestata dall’Inter, con il club nerazzurro pronto a versare alle casse della Lazio la somma di 22 milioni di euro più 3 di bonus, concedendo, altresì, la possibilità al calciatore di firmare un contratto quinquennale da 3 milioni di euro a stagione.

Nonostante tale offerta alquanto allettante, Keita ha detto “no”, ribadendo costantemente di preferire solo ed esclusivamente la destinazione bianconera. Il rischio che corre il senegalese è che nel caso in cui la Juventus non dovesse far pervenire una proposta che si avvicini alle richieste del presidente Lotito, potrebbe vivere una stagione ai margini della squadra, occupando costantemente un posto in tribuna, in attesa della naturale scadenza del contratto.

Un’ipotesi, questa, che però non sarebbe gradita né all’attaccante che vedrebbe sfumare via un’intera stagione agonistica, né tantomeno al club che nel prossimo mese di giugno saluterebbe Keita senza incassare nulla. Dopo la finale di Supercoppa Italiana, il d.g. Marotta e il d.s. Paratici si siederanno attorno ad un tavolo con i vertici dirigenziali biancocelesti per porre in essere un’accelerata a questa trattativa,spostando l’attenzione anche su De Vrij, difensore centrale olandese, anch’egli in scadenza di contratto nel 2018, profilo particolarmente gradito ad Allegri per rafforzare la batteria dei centrali difensivi. Keita ai ferri corti con la Lazio.

L’esclusione in occasione della finale di Supercoppa Italiana potrebbe essere intesa come l’ultima goccia che ha fatto traboccare un vaso oramai stracolmo di malcontenti ed incomprensioni, in attesa dell’agognato ed auspicato trasferimento presso la corte della Vecchia Signora.

Tags

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close