La Roma è inarrestabile. Anche il Milan finisce ko.

Roma Milan 1 0 12 dicembre 2016
La grinta di Radja Nainggolan dopo aver segnato un goal.

Nel posticipo di lusso del monday-night, la Roma supera per 1-0 il Milan, in una sfida dal sapore inconfondibile d’alta classifica.

I giallorossi con questo successo griffato Nainggolan, consolidano il secondo posto in classifica, salendo a quota trentacinque, a quattro punti di distanza dalla capolista Juventus, prossima avversaria in campionato, sabato 17 dicembre. La banda di Spalletti inanella, così, il terzo risultato utile consecutivo, rendendo l’Olimpico un fortino inespugnabile. L’ultimo ko rimediato in casa risale all’agosto scorso, in occasione del play-off di Champions League ad opera del Porto, da allora in avanti solo vittorie ed un pareggio in Europa League, per certificare lo smagliante stato di forma dei capitolini tra le mura amiche.

Per il Milan, invece, il ko subito frena la rincorsa dei rossoneri verso gradini di elevato prestigio. I ragazzi di Montella stazionano al terzo posto a quota trentadue, leccandosi le ferite a seguito della quarta sconfitta in campionato, la terza in trasferta. Il match ha inizio con un’occasione propizia per i giallorossi con Dzeko ma è abile Donnarumma a sventare il possibile pericolo. La grande chance per gli ospiti , di passare in vantaggio, avviene al 27’minuto, quando il direttore di gara Mazzoleni decreta un penalty a loro favore, a seguito di un intervento falloso di Szczesny, in uscita, ai danni di Lapadula, involatosi verso la porta avversaria. Dagli undici metri si presenta Niang, ed anche questa volta, come è accaduto nella gara precedente contro il Crotone, l’attaccante francese si fa ipnotizzare dal portiere rivale, gettando alle ortiche la clamorosa opportunità di firmare il sorpasso rossonero.

Il primo tempo si chiude con un’altra ghiotta occasione per i padroni di casa, sempre con Dzeko, che approfitta di un’errata marcatura da parte del duo centrale Romagnoli-Paletta per poi lasciar partire un tiro angolato che si spegne di pochi centimetri a lato. I primi quarantacinque minuti si chiudono con una Roma poco brillante e un Milan piuttosto arrembante e ben organizzato, che però non ha capitalizzato al meglio la favorevole occasione avuta a disposizione dagli undici metri. Nella ripersa, il leit-motiv della gara cambia radicalmente. I rossoneri si faranno vedere raramente dalle parti di Szczesny mentre i padroni di casa appariranno piuttosto rivitalizzati e propositivi a tal punto da creare svariati pericoli verso la porta avversaria. Al 62’ minuto si sblocca il match: colpo di testa di Manolas dalla propria metà campo, la sfera giunge dalle parti di Nainggolan che la controlla egregiamente, se la porta in avanti e con un tiro di sinistro a giro ,da fuori area, non lascia scampo a Donnarumma. Esplode di gioia lo stadio Olimpico, che per l’evento presentava una considerevole cornice di pubblico, con 40.000 spettatori. Per il centrocampista giallorosso si tratta del terzo centro in campionato, numeri importanti per un calciatore che non lesina mai impegno e temperamento. Da lì in avanti la banda di Montella tenterà di imbastire qualche folata offensiva, senza creare ulteriori grattacapi a Szczesny, così come i padroni di casa che cercheranno ripetutamente il secondo goal per mettere in cassaforte i tre punti, ma il risultato non si schioderà dall’ 1-0 a favore dei giallorossi. Al termine del match, Luciano Spalletti elogia la sua squadra, abile, a suo dire, nel contrastare una rivale di tutto rispetto. Secondo il tecnico di Certaldo, il Milan ha disputato un’ottima gara, mettendo in seria difficoltà i capitolini. Soprattutto nel primo tempo, i ragazzi di Montella hanno severamente impensierito la retroguardia giallorossa, impedendo alla Roma di giocare con la consueta scioltezza ed efficacia.

Resta comunque il dato confortante della vittoria ottenuta che proietta la sua squadra al secondo posto, in piena lotta per lo scudetto e sabato sera ci sarà l’incrocio da brividi con la capolista Juventus, in un match sensazionale e dai molteplici spunti d’interesse. Vincenzo Montella ha ben poco da rimproverare ai suoi ragazzi. Il Milan è riuscito nell’arduo compito di tenere testa alla Roma, giocando alla pari per buona parte della gara. Crescono i rimpianti per il rigore sbagliato da Niang, un’occasione nitida che avrebbe indirizzato la sfida verso tutt’altro binario, ma ovviamente in questi casi è inutile recriminare. Secondo l’aeroplanino bisogna trarre spunto da questa sconfitta e cancellarla immediatamente, ripartendo con smalto e grinta, già da sabato prossimo, quando sarà di scena a San Siro l’Atalanta, in una gara che si preannuncia combattuta,in cui si affronteranno due compagini che stanno lasciando il segno in questo scorcio di campionato.

Tags

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close