Atalanta – Inter: dichiarazioni della vigilia di Gasperini e Spalletti e probabili formazioni

La corsa Champions dell’Inter passa attraverso la delicata sfida dell’”Atleti Azzurri d’Italia”

Il ricco sabato calcistico della trentaduesima giornata di serie A, si concluderà stasera, con l’anticipo delle 20:45 tra Atalanta e Inter. Gli orobici per tentare di agganciare l’ultimo posto utile per accedere alla prossima edizione di Europa League, i nerazzurri interisti per proseguire l’assalto con vista Champions. La banda guidata da Luciano Spalletti è al momento quinta con cinquantanove punti all’attivo, distante una sola lunghezza dalla coppia Lazio e Roma, rispettivamente terza e quarta e in procinto di affrontarsi domenica sera in uno spettacolare derby della Capitale. L’Inter è reduce dalla sconfitta rimediata a Torino, contro i granata, nel turno precedente, ko che ha interrotto la striscia di cinque risultati utili consecutivi. L’Atalanta, invece, è nona con quarantotto punti all’attivo. La Dea proviene dal pareggio esterno contro la Spal, mentre in casa ha perso in una sola occasione, con la Samp, nelle ultime quattro apparizioni.

Nel frattempo, nella giornata di ieri, i due allenatori, Spalletti e Gasperini, hanno tenuto le consuete conferenze stampa della vigilia. Questo un estratto delle parole rilasciate dall’allenatore della “Beneamata”: “Le partite ora valgono tutte il doppio, poi con l’Atalanta sono sempre state battaglie importanti. Loro lottano su tutti i palloni, il loro stadio diventa sempre insidioso, la mano di Gasperini si vede e ci sarà da stare belli svegli. Sarà fondamentale la mentalità di squadra, quel che hai sempre esibito. E’ più importante l’equilibrio e la fase difensiva, perché di conseguenza scaturiscono i gol. E’ difficile organizzare delle ammonizioni e pensare a quando queste possano venire, bisogna lasciar andare e vedere quel che succede. A Torino il risultato non è stato bellissimo, meritavamo di più. Ora le opportunità sono sempre meno e vanno sfruttate. Ma, visti anche gli altri risultati, dipende ancora tutto da noi. Siamo in linea con gli obiettivi, ma mi aspettavo qualche altra squadra nella lotta Champions come Milan e la stessa Atalanta. Abbiamo provato a giocare nella loro metà campo, se non riesci a mantenere l’attenzione resti in quella via di mezzo nei comportamenti e subisci ripartenza a campo aperto e prendi gol. Abbiamo degli assenti ma anche l’Atalanta non avrà Ilicic e altri giocatori importanti. Rafinha nei due di centrocampo? E’ una scelta percorribile, ma va meglio partendo dalla trequarti tornando indietro per far gioco e credo sia giusto continuare su questa strada”.

Per quanto concerne l’Atalanta, queste le dichiarazioni della vigilia espresse da Gian Piero Gasperini: “E’ stata una buona settimana di lavoro, adesso si riparte con altre tre partite importanti nel giro di pochi giorni. Dobbiamo giocare le prossime sfide con fiducia e attenzione, da qui in avanti dobbiamo vincerne il più possibile per centrare l’obiettivo Europa. Abbiamo raggiunto una maggiore maturità rispetto al passato e acquisito consapevolezza, finora siamo sempre stati solidi, restando sempre in partita. Domani sarà una partita importante sia per noi che per loro. Riuscire a battere l’Inter ci darebbe una spinta notevole. Le motivazioni sono molto forti. Sono le partite più attese dell’anno e noi ci giochiamo qualcosa di importante in classifica. Affronteremo una squadra molto solida, forte, che perde poco e sta facendo un ottimo campionato. Merita di essere in lotta per la Champions League. Credo che Spalletti abbia fatto un lavoro importante”.

Spostando l’attenzione sulle probabili formazioni, il Gasp dovrebbe affidarsi al 3-5-1-1 con Berisha tra i pali, linea di difesa a tre composta da Toloi, Caldara e Masiello. Lungo le fasce spazio a Hateboer e Cristante , mentre la mediana sarà presidiata da De Roon, Freuler e Gosens. In avanti Gomez agirà sulla trequarti a supporto dell’unica punta, che dovrebbe essere, il giovane Barrow. Spalletti potrebbe rispondere con il 4-2-3-1: Handanovic in porta, Skriniar e Miranda duo centrale di difesa. Cancelo a destra, D’Ambrosio a sinistra. La mediana sarà occupata da Gagliardini e Borja Valero, mentre sulla trequarti Karamoh, Rafinha e Perisic dovrebbero muoversi alle spalle della punta centrale Icardi. L’arbitro designato per dirigere il match è il signor Daniele Doveri della sezione di Roma.

 

Tags
Mostrami di più

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close