Il Napoli sfida l’Udinese con l’obiettivo di raggiungere il secondo posto.

Napoli Udinese 2017 probabili formazioni
Lorenzo Insigne esulta dopo aver segnato.

I partenopei sono insaziabili e credono fortemente nella possibilità di conquistare, a fine campionato, il secondo posto che vorrebbe dire qualificazione diretta alla prossima edizione di Champions League.

Il Napoli attualmente occupa il terzo gradino con sessantasette punti all’attivo, a quatto lunghezze di distanza dalla Roma seconda. Gli azzurri sono reduci da cinque risultati utili consecutivi, collezionando quattro vittorie ed un pareggio. Maurizio Sarri, durante la consueta conferenza stampa della vigilia, dichiara in maniera diretta e senza fronzoli che alla sua squadra non manchi nulla per puntare verso traguardi di prestigio. Il tecnico toscano ricorda a tutti di aver ereditato una compagine che conquistò sessantaquattro punti in campionato, mentre ora i punti in cascina sono sessantasette e con sette giornate ancora da disputare.

Inoltre, ripercorrendo il cammino di questa stagione, il tecnico azzurro afferma che in campionato il Napoli abbia le carte in regola per mettere fiato sul collo ai giallorossi, insidiandoli per il secondo posto, senza dimenticare di esser giunti primi nel girone di Champions per poi essere eliminati agli ottavi dai campioni del mondo in carica del Real Madrid. Così come sia stata eccellente la partecipazione in coppa Italia, dove la Juventus, compagine che sta dominando da sei anni di fila la serie A, sia riuscita ad avere la meglio solo grazie al 3-1 condito da qualche episodio dubbio, rifilato nel match d’andata, per poi subire la reazione veemente dei partenopei nella gara di ritorno. Sarri, però, non si accontenta da quanto fatto fino ad ora e per quanto concerne la prossima stagione si attende un ulteriore salto di qualità per portare i colori azzurri a primeggiare. Per quanto concerne l’avversario di giornata, ossia l’Udinese, l’allenatore toscano esprime parole di stima verso il suo collega Delneri, abile nel riportare verso posizioni di classifica più consone i friulani, affermando che i bianconeri sciorinino un calcio propositivo e convincente, difficile da imbrigliare. Secondo Sarri, la sfida che li opporrà a Zapata e compagni presenta delle insidie e non andrà assolutamente affrontata con sufficienza. L’Udinese, invece, proviene da cinque risultati utili consecutivi, frutto di tre vittorie e due pareggi.

I friulani sono attualmente appaiati all’undicesimo posto in classifica, con quaranta punti all’attivo, posizione assolutamente tranquilla che permetterà agli uomini di Delneri di scendere in campo senza particolari assilli. Il tecnico di Aquileia, durante la conferenza stampa pre-partita, ha dichiarato che rispetto alla gara d’andata siano stati compiuti importanti passi in avanti. All’epoca aveva bisogno di conoscere gli uomini a disposizione, ora invece è stata trovata la giusta quadratura per offrire al pubblico un calcio propositivo e a tratti divertente. Per quanto riguarda il match con il Napoli, il tecnico bianconero predica massima attenzione, soprattutto perché avranno di fronte il miglior attacco della serie A con settantadue reti realizzate. I friulani, però, non dovranno limitarsi solamente sulla difensiva ma proveranno a pungere, sperando che Zapata disputi un match senza inutili pressioni emotive, dettate dall’avversario, ossia quel Napoli di cui ha fatto parte per due stagioni. Per ciò che concerne il suo futuro, Delneri ha ribadito, nuovamente, di poter annoverare ottimi rapporti con la famiglia Pozzo, motivo per cui il rinnovo del contratto sia alquanto fattibile, per poi iniziare a progettare la prossima stagione, sperando che possa donare maggiori soddisfazioni, puntando, casomai, ad una qualificazione in Europa League, abbandonando l’attuale posizione da metà classifica.

Per ciò che riguarda le probabili formazioni, Sarri si affiderà al consueto “4-3-3” riproponendo l’undici che sei giorni fa espugnò l’Olimipico, ossia Reina in porta, Hysaj e Ghoulam esterni difensivi, con la coppia centrale formata da Koulibaly e Albiol. A metà campo fiducia ad Allan, Jorginho ed Hamsik, mentre in avanti spazio al tridente cosiddetto “leggero” con Insigne e Callejon a supporto della punta centrale Mertens. Delneri risponderà con il modulo a specchio affidandosi a Karnezis tra i pali, Danilo e Angella centrali di difesa. Lungo le corsie laterali agiranno Widmer e Ali-Adnan. A centrocampo fiducia al trio Badu, Hallfredsson e Jankto, con quest’ultimo che ha prolungato il contratto con la società friulana fino al 2022 e in attacco De Paul in compagnia con Thereau agiranno a sostegno di Duvan Zapata. L’arbitro del match è il signor Massa della sezione di Imperia. Gli azzurri vorranno disputare queste ultime sette partite di campionato come fossero delle finali. In settimana Hamsik ed Hysaj hanno dichiarato di credere nella possibilità di conquistare il secondo posto. Si respira ottimismo nell’aria, il campo decreterà se queste sensazioni possano avere ulteriore seguito.

Tags

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close