Chievo-Torino: 0-0. Il Toro punge un po’ di più ma la sfida con il Chievo si chiude a reti inviolate

L’anticipo delle ore 18, valevole per la trentaduesima giornata di serie A, tra Chievo e Torino si è chiuso con il punteggio di 0-0.

Analizzando attentamente le occasioni avute a disposizione, i granata avrebbero meritato qualcosa in più di un semplice punto, ma i clivensi sono stati, sì, un pizzico fortunati ma altresì hanno fatto in modo di occupare con acume tattico le varie zone del campo. A seguito di questo risultato, i gialloblù compiono un piccolo passo in avanti issandosi a quota trenta, al quindicesimo posto. I veneti  inanellano, inoltre, il quarto risultato utile consecutivo tra le proprie mura amiche. Il Torino, invece, occupa il decimo gradino con quarantasei punti all’attivo. La banda guidata da Walter Mazzarri centra il quarto risultato utile consecutivo, trend caratterizzato da tre vittorie e per l’appunto un pareggio.

Riavvolgendo il nastro del match, la prima chance degna di nota capita sui piedi del “gallo” Belotti il quale estrae dal cilindro un tiro in diagonale che non inquadra lo specchio della porta. A seguire brividi per gli ospiti con un retropassaggio di testa di Burdisso che mette in affanno Sirigu. Qualche istante più tardi occasione nitida per i granata con Ansaldi, il quale entra in area per poi esplodere una conclusione che termina la sua corsa sul palo.

Nella ripresa, il Chievo sfiora il vantaggio con un colpo di testa di Bani, dagli sviluppi di un corner, che sorvola la traversa. Di nuovo gialloblù in avanti, stavolta con Cacciatore, il quale raccoglie una corta respinta di Sirigu, ma dall’interno dell’area lascia partire un missile che non inquadra il bersaglio. All’ 88’ i padroni di casa restano in inferiorità numerica, a causa dell’espulsione decretata dall’arbitro Di Bello per un intervento falloso, a metà campo, di Bani nei confronti di Bonifazi. L’ultima opportunità della gara è di marca granata con Ljajic, il quale effettua un tiro insidioso che chiama all’intervento prodigioso Sorrentino. Termina così la sfida del “Bentegodi” con un punto a ciascuno, gradito più al Chievo che non al Torino.

Intervistato dai giornalisti, queste le parole espresse dal tecnico dei clivensi, Rolando Maran: “Sicuramente dobbiamo essere contenti, perché per come era cominciata la partita, con noi parecchio in difficoltà, poi siamo riusciti a crescere ed a renderci pericolosi. Negli ultimi quattro minuti giocati in dieci poi abbiamo preso un po’ di paura. La squadra comunque ha giocato in crescendo e questo è un lato molto positivo, in un momento in cui anche il punto conquistato è importante. Ovviamente è anche importante essere tornati a non subire gol. Le voci attorno alla mia panchina? Dobbiamo essere preparati a queste cose, bisogna tenere duro e continuare nel proprio lavoro”.

Queste, invece, le dichiarazioni post-gara rilasciate dall’allenatore del Toro, Walter Mazzarri: “Dal punto di vista del gioco non siamo andati male, su un campo difficile. Il Chievo lo sappiamo, quando si difende è difficile da pungere, ha fatto fatica addirittura il Napoli la settimana scorsa. Avremmo dovuta sbloccarla, poi la partita sarebbe sicuramente cambiata. Bisogna fare gol per vincere, non ci siamo riusciti ma sul piano del gioco abbiamo fatto bene: dispiace per i tifosi perché avremmo voluto regalargli la quarta vittoria di fila. Belotti ha fatto bene, l’occasione che ha avuto oggi di solito la butta dentro. Dispiace non aver fatto risultato, perché oggi speravo di vincere, sono sincero. Prossimo turno contro il Milan? Sì, domani guarderò la loro partita contro il Napoli e poi la cominceremo a preparare nei minimi dettagli come le altre gare”.

 

Tags

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close