Yoko Ono accreditata come co-autrice di Imagine di John Lennon

Uno dei testi più importatanti e rappresentativi di una generazione, quello di Image, è stato scritto anche da Yoko Ono

Dopo meno di 50 anni dalla sua publicazione, alla vedova di John Lennon, Yoko Ono, vengono riconosciuti i diritti sul testo di Imagine, una delle canzoni simbolo di tutta la carriera del primo tra i Beatle. Una canzone che è sempre stato un inno senza tempo della pace e dell’amore, simbolo di anni in cui alla guerra si opponeva il messaggio di pace di John Lennon.

A riconoscere i diritti sul testo di Imagine a Yoko Ono è stato Devid Israelite amministratore delegato della National Music Publishers Association, ossia l’associazione di tutti gli editori degli Stati Uniti d’America.

La storia di Imagine di John Lennon

Imagine fu publicata per la prima volta nel 1971 e sin dall’inizio Yoko Ono era accreditata, rispetto al brano, come produttore. Da oggi invece le vengono riconosciuti anche i diritti autoriali su quello che è il famoso testo. A far giungere a questa decisione è stata fondamentale un’intervista di John Lennon in cui l’artista riconosceva a Yoko grande merito grazie alla sua ispirazione ed influenza. Proprio John Lennon, quindi, è stato il primo a parlare di lei come co-autrice, ed ora le sue parole vengono riconosciute ufficialmente.

 

Yoko Ono ha ricevuto il suo premio in compagnia del figlio

Nonostante la malattia che la costringe sulla sedia a rotelle, Yoko Ono si è presentata per ricevere il premio riservato a lei del NMPA’s new Centennial Song award per Imagine. Ad accompagnarla è stato suo figlio, il 41 enne Sean Ono Lennon. Nel suo discorso Yoko ha definito questo, il momento più bello della sua vita. Ha poi parlato dell’importanza dello studio della musica nelle scuole.
Ad accompagnare le sue parole è stata la musica di Patti Smith che ha eseguito una versione acustica della canzone in compagnia di sua figlia Jessie.

Tags

Valentina Addesso

Amo vivere e scrivere per il cinema, la musica e le serie tv. Scrivere è per me un bisogno primario, come leggere, viaggiare e circondarmi di gatti.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close