Cambio della guida tecnica in casa Perugia: è Alessandro Nesta il nuovo allenatore degli umbri

Scossone in casa Perugia: è Alessandro Nesta il nuovo allenatore

Il pareggio interno di sabato scorso contro il Novara, ha prodotto uno scossone in casa Perugia con l’esonero del tecnico Roberto Breda, al cui posto è stato ingaggiato Alessandro Nesta. Nome di spicco quello dell’ex difensore della Lazio, del Milan e della Nazionale azzurra. Nesta proviene dall’esperienza negli Stati Uniti al timone del Miami FC ed ora ha accettato di intraprendere questa nuova esperienza alla guida di una squadra italiana, firmando un contratto sino al prossimo 30 giugno con il Grifone.

Il Perugia è ottavo in classifica, sicuro di disputare i playoff contro quella che si classificherà quinta: al momento sarebbe il Venezia guidato da Filippo Inzaghi, ma non è da escludere che l’avversario della compagine umbra possa essere il Bari allenato da un altro ex campione del mondo, ossia Fabio Grosso. Venerdì sera vi sarà il debutto di Nesta in B con la gara tra il suo Perugia e l’Empoli, al “Castellani”, per poi mirare dritti verso i suggestivi playoff. Calcisticamente, Alessandro Nesta è cresciuto nelle giovanili della Lazio, per poi scrivere pagini memorabili con il club biancoceleste dal 1993 al 2002 con la conquista di uno scudetto, due Supercoppe Italiane, una Coppa delle Coppe e una Supercoppa Europea, rappresentando un punto cardine nella difesa della squadra allenata all’epoca dal vincente Sven Goran Eriksson.

A seguire, nell’estate del 2002, avvenne l’oneroso trasferimento al Milan. Con il “diavolo” vinse due scudetti, due Champions League, un Mondiale per Club, due Supercoppe Europee ed una Coppa Italia, diventando uno tra i più titolati calciatori presenti nel nostro campionato. Ottima la sua esperienza in azzurro, in cui ha inanellato settantotto presenze, impreziosite con la vittoria nel Mondiale del 2006. L’ex difensore romano ha poi ricevuto una miriade di rinascimenti a titolo personale, per poi chiudere la sua carriera girovagando tra la MLS statunitense e il neofita torneo indiano. Dal 2016 ha intrapreso la carriera di allenatore, svolgendo l’apprendistato al timone del Miami FC, per poi, appunto, rispondere presente alla chiamata da parte del Perugia.

Presentato, ieri, alla stampa, queste le dichiarazioni principali rilasciate dal neo tecnico del Grifone: “Dobbiamo ricreare grande entusiasmo e affrontare i playoff con un’altra testa, non possiamo chiudere con il rammarico di non aver fatto tutto il possibile per inseguire la promozione. E’da Natale che studio il Perugia, visto che il presidente Santopadre mi aveva già proposto di arrivare. Non ho intenzione di stravolgere tutto, ma bisogna essere preparati su un paio di moduli, perché se hai un problema devi essere pronto a cambiare. Con il presidente ci siamo detti che abbiamo un mese di tempo per conoscerci, una specie di fidanzamento: se ci saremo piaciuti allora potremo sposarci ed andare avanti”. Il presidente degli umbri, Santopadre, ha poi aggiunto: “Non ho deciso di cambiare per quello che non vedevo più in Breda, che ringrazio per quanto fatto, ma nel gruppo. Spero che Alessandro dia una ventata di entusiasmo per raggiungere il nostro sogno”.

 

Mostrami di più

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close