Crisi Roma, perde contro la Samp in casa, giallorossi sempre più giù.

“Crisi Roma, perde contro la Samp in casa, giallorossi sempre più giù”


E’ oramai ufficiale, la Roma è in piena crisi di gioco e di risultati. La sconfitta rimediata ieri sera contro la Sampdoria, un due a zero che non ammette repliche ha sancito se mai ce ne fosse stato bisogno il momento nero dei giallorossi. Squadra allo sbando quella di Garcia, irriconoscibile, non riesce piu’ a vincere. All’Olimpico non ottiene i tre punti dal lontano trenta novembre quando sconfisse per 4-2 l’Inter. Nel 2015 ha inanellato una lunga striscia di pareggi che hanno fatto aumentare il gap con la Juventus. Ad inizio stagione nel quartier giallorosso si parlava di scudetto, memorabile la frase di Rudi Garcia dopo il match d’andata tra Juventus e Roma quando sosteneva con sicurezza che i giallorossi a fine stagione avrebbero conquistato il tricolore. Quella dichiarazione fu un cattivo presagio di cio’ che poi accadra’, si rivelo’ un vero e proprio boomerang. La Roma attualmente in campionato e’ al secondo posto, cinquanta punti con la Lazio terza ad una sola lunghezza di distanza. E a seguire Napoli, Fiorentina e Sampdoria, cinque squadre nell’arco di cinque punti, per una lotta accesissima. Le origini di questa crisi vanno scovate in un atteggiamento nervoso dei giallorossi, in piu’ di un’occasione sono avvenuti litigi in campo tra compagni di squadra, espulsioni pesanti, ultima in ordine di tempo quella di ieri sera capitata all’espertissimo Keita per proteste nei confronti dell’arbitro.

Gervinho è stato uno dei più presi di mira dai tifosi giallorossi

De Rossi è il punto interrogativo di questa squadra. Da Capitan futuro ad elemento fischiatissimo dalla curva per le sue prestazioni deludenti. Il calciatore sta vivendo un periodo negativo dal punto di vista sportivo e probabilmente anche i fattori extracalcistici lo avranno condizionato parecchio. Il ruolo di Totti, a trentotto anni pedina imprescindibile dell’attacco romanista,fa capire come il capitano sia indispensabile e non si sia trovato un degno sostituto per far rifiatare un campione che comunque per motivi anagrafici non puo’ rendere al massimo per tutti i novanta minuti e peraltro ogni domenica. Gervinho da quando e’ tornato dalla Coppa d’Africa appare in una evidente situazione di involuzione, prestazioni sconcertanti le sue, a pensare che fino a qualche mese fa era la spina nel fianco di molte difese avversarie. Sconcertante il mercato di gennaio, partito Destro sono giunti nella Capitale Ibarbo e Doumbia. In pratica questi due nuovi innesti si sono visti pochissimo in campo, il primo giunto a Roma poco dopo si e’ infortunato ed e’ ancora fermo ai box, l’ex attaccante del Cska Mosca è giunto in condizioni fisiche precarie, pare abbia dovuto effettuare con i preparatori atletici una breve preparazione fisica ma le sue prestazioni sono apparse fino ad ora mediocri, un vero corpo estraneo nella squadra.

Keita impreca per l’espulsione

Aumentano i rimpianti se si pensa che Sabatini a gennaio era ad un passo dall’ingaggiare Salah, che ora sta ben figurando a Firenze, e poi salto’ tutto. Il pubblico oramai e’ spazientito, Garcia è nell’occhio del mirino e la sua posizione per una riconferma in panchina appare in bilico. Decisiva a questo punto la sfida di giovedi’ sera in Europa League contro la Fiorentina, accedere ai quarti e’ una missione da non fallire per i giallorossi. Conquistare il trofeo internazionale e’ un obiettivo da non trascurare per la Roma in quanto garantirebbe l’accesso alla Champions League considerando che in campionato queste certezze di qualificazione si stanno mano mano sgretolando. Il cuore giallorosso dovra’ tornare a battere piu’ forte di prima per impedire che la nave naufraghi completamente.

Tags
Mostrami di più

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close