Sarri e De Laurentiis: accordo anche per il 2018/19

Sarri e De Laurentiis gettano le basi per il futuro del Napoli

Situazione in evoluzione in casa Napoli. Nella giornata di ieri, intorno a mezzogiorno, il tecnico Maurizio Sarri, in compagnia del direttore sportivo Cristiano Giuntoli, ha lasciato il centro sportivo di Castel Volturno per recarsi nella sua abitazione, dove ad attenderlo vi era il Presidente, Aurelio De Laurentiis e il consigliere delegato Andrea Chiavelli. Motivo del contendere: l’eventuale prolungamento del contratto del tecnico toscano. Al momento non sono giunte notizie ben precise in tal senso, anche se il volto di Sarri, ammirato al suo ritorno nel campo d’allenamento, appariva abbastanza disteso, ragion per cui filtra un moderato ottimismo.

Si vocifera che tra l’allenatore azzurro e il patron del club partenopeo sia andato in scena un dialogo sereno, in cui non sono mancate reciproche punzecchiature, ma il sentiment che è prevalso è quello di proseguire insieme anche per la prossima stagione. Ovviamente Sarri che richiede delle garanzie ben precise a margine di un campionato molto dispendioso che ha visto il Napoli ottenere il record di punti nella propria storia in serie A, è convinto di aver ottenuto il massimo dai suoi uomini, ragion per cui il Presidente De Laurentiis, in estate, dovrà effettuare un corposo esborso economico per puntellare e rafforzare l’organico con nomi di primissimo piano se si vorrà nuovamente competere per lo scudetto. Dal punto di vista economico, invece, al tecnico toscano è stato proposto un prolungamento dell’accordo sino al 2021, con un ritocco dell’ingaggio a 3 milioni di euro a stagione più bonus che lo porterebbero a guadagnare circa 4,5, milioni. Cifre importanti per un allenatore che in questi anni si è conquistato, attraverso il bel gioco, la stima e l’affetto della squadra e dei tifosi.

Questa sera in un locale sito nella collina del Vomero vi sarà la consueta cena di fine anno della squadra, alla presenza dello staff tecnico e dirigenziale ed è alquanto improbabile che De Laurentiis e Sarri tornino a parlare di questioni inerenti il futuro, molto più plausibile, invece, che nella prossima settimana, i due possano nuovamente incontrarsi per raggiungere l’accordo definitivo. Per quel che riguarda l’attuale rosa, invece, sicuri di un addio sono Reina che ha già firmato per il Milan e Rafael che dopo cinque stagioni sotto l’ombra del Vesuvio lascerà i colori azzurri. Il portiere brasiliano, in un’intervista rilasciata al microfono di Premium Sport, ha sottolineato di essersi trovato molto bene a Napoli e che anche in futuro tiferà per la squadra partenopea , portandola sempre nel suo cuore. Di Rafael resterà nella mente dei tifosi azzurri l’ottima performance sfoderata in finale di Supercoppa Italiana nel 2014, quando parando il rigore decisivo a Padoin, permise al Napoli di vincere quel trofeo ai danni della Juventus.

Notizia diametralmente opposta ,invece, proviene sul fronte Hysaj, in quanto il suo agente, Mario Giuffredi , ha dichiarato che il terzino albanese resterà a giocare in azzurro anche nella prossima stagione, a prescindere dalla permanenza o meno di Sarri in sella alla panchina. In attesa che vengano sciolti tali dubbi, la città si prepara all’ultima sfida di campionato contro il Crotone. Sino ad ora sono stati venduti quasi quarantamila tagliandi, con la previsione che il San Paolo sia sold-out  in vista del congedo stagionale dei propri beniamini, a margine di un’annata che ha visto i partenopei duellare, quasi sino all’ultimo, con la Juventus, inseguendo un sogno infranto nelle battute finali.

 

Tags
Mostrami di più

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close