Liam Payne firma per Republic Records! Entro la fine dell’anno il primo singolo.

Liam Payne firma per Republic Record

Liam Payne è famoso come stella degli One Direction e per essere il fidanzato di Cheryl delle Girls Aloud, ed a quanto pare, ha firmato per Republic Records, la stessa etichetta di Ariana Grande e di The Weeknd. Sarà lei responsabile della distribuzione della musica di Liam nel Nord America.

Il comunicato stampa ufficiale che annuncia la notizia è stato inviato da Republic Records questo Lunedi mattina, 17 ottobre 2016.

Il direttore di Liam, Simon Oliveira dice: “Siamo stati in grado di lanciare talenti negli Stati Uniti tra cui superstar come Drake, Nicki Minaj, Lil Wayne, The Weeknd, Ariana Grande, Lorde, ed innumerevoli altri della Republic, ed io sono più che sicuro che abbiamo assemblato la migliore squadra possibile accanto all’etichetta inglese della Capitol, e lanceremo anche la carriera da solista di Liam.”

Il CEO di Republic Records Monte Lipman commenta: “E’ stato un membro del gruppo di maggior successo degli ultimi dieci anni, ed ora Liam ha una grande opportunità per avere un impatto musicale ancora maggiore sulla cultura pop. Siamo onorati della decisione di LIAM di unirsi a Republic Records, ed abbiamo grandi aspettative per la sua carriera da solista”.

Il comunicato stampa promette anche nuove canzoni di Payne al più presto.

Solo la settimana scorsa Liam ha postato su Instagram una foto di lui e Pharrell al lavoro in studio. La registrazione del suo album di debutto da solista è sicuramente in corso. Anzi pare che lo stia già completando. Il primo singolo uscirà entro la fine dell’anno?

Liam è ancora unito con la Capitol Records nel suolo britannico.

Le etichette sanno bene che se anche la musica di questi ragazzi non sarà egregia le adolescenti acquisteranno o ascolteranno comunque i singoli dei membri degli One Direction, quindi si sfidano per accaparrarseli.

Tags

Wonder Channel Redazione

Siamo la redazione del magazine Wonder Channel, stacanovisti per passione. Siamo gli editori del magazine.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close