Il Milan si prepara alla finale di coppa Italia con una profonda voglia di riscatto.

Milan finale Coppa Italia 2016

Aria da ultima spiaggia a Milanello. I rossoneri sono impegnati in vista della finale di Coppa Italia di sabato sera all’Olimpico.

Una sfida cruciale per il destino del “diavolo”. In caso di successo contro la Juventus, si aprirebbero le porte dell’Europa League e tale risultato andrebbe a cancellare le amarezze ottenute in campionato, in caso contrario la stagione andrebbe etichettata ,senza ombra di dubbio, come negativa. Quest’oggi i rossoneri saranno impegnati in una doppia seduta d’allenamento, mentre nella giornata di domani, è prevista la visita del presidente Berlusconi, pronto ad incoraggiare i suoi uomini e a pranzare con loro. La partenza per Roma è in programma per il pomeriggio di domani, mentre venerdì, saranno accolti al Vaticano da Papa Francesco. La settimana che ha introdotto la finale di coppa Italia è stata condizionata dalle dichiarazioni di Cristian Brocchi, avvenute negli spogliatoi, al termine di Milan-Roma. Il tecnico del “diavolo”, secondo un’indiscrezione rivelata da “La Gazzetta dello Sport” ha espresso dure parole nei confronti dei calciatori. Ha detto loro, di non aver giocato affatto con determinazione e di esser scesi in campo senza attributi. Ha sottolineato di aver visto un gruppo scarico mentalmente, che non ha reagito dinnanzi alle avanzate degli avversari. Inoltre ha aggiunto che l’atteggiamento palesato ha prestato il fianco ai giallorossi che si sono presi gioco di loro. Parole forti e destabilizzanti che descrivono perfettamente il clima da resa dei conti in casa Milan. Ieri hanno poi rilasciato delle dichiarazioni, ai microfoni di “Premium Sport” sia Niang che Romagnoli. L’attaccante francese ,nuovamente tornato abile e arruolabile, ha dichiarato che la finale di coppa Italia sia un passaggio fondamentale per la stagione dei rossoneri. Un trionfo salverebbe un’annata  amara e deludente ed esclama che rispetto alle ultime uscite, viste in campionato, occorrerà fare molto di più ed essere al massimo concentrati, perché la Juventus rappresenta un avversario che difficilmente sbaglierà approccio alla gara. Anche il difensore Romagnoli, sprona i suoi compagni, affinchè sabato sera possa esserci la tanto attesa riscossa. Il numero tredici rossonero ha affermato che in questi giorni la squadra sta lavorando con attenzione e determinazione per farsi trovare pronta all’appuntamento e dichiara ,con emozione, che sarebbe bello, per lui, alzare la coppa al cielo, la prima della sua carriera, proprio a Roma e magari sotto una curva sud gremita di tifosi rossoneri. Una scena del genere, rappresenterebbe il coronamento di un sogno.

In ottica formazione, Brocchi potrebbe affidarsi al “4-4-2”, mettendo in soffitta, quindi, l’idea di giocare con il trequartista e in avanti la coppia d’attacco accreditata a partire dal primo minuto dovrebbe essere quella tutta sudamericana composta da Bacca e Luiz Adriano.

La finale di coppa Italia come ultima occasione per accedere in Europa e spazzare via ogni malumore e malcontento. In caso contrario, la stagione del Milan andrebbe valutata con un segno “meno” e i vertici dirigenziali saranno chiamati ad un’opera di rivoluzione a partire dalla guida tecnica, con il nome di Marco Giampaolo sempre più in pole position per subentrare a Brocchi, per poi passare all’intero gruppo di calciatori, con nuovi innesti di valore e qualità. Senza ovviamente dimenticare che in estate potrebbero esserci nuovi ingressi in società, con il Milan che potrebbe iniziare a parlare cinese dopo trent’anni di gestione Berlusconi. Segno questo, dei tempi che passano e di nuova linfa per un club, che negli ultimi anni, ha vissuto nell’ombra dei fasti del passato.

Tags

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close