Fiorentina, ma l’anno scorso avresti perso contro il Basilea?

La Fiorentina di quest’anno nelle prime partite non guarda al futuro ma al passato, un recente passato dove con Mihajlovic e Rossi faceva fatica ad imprimere un suo gioco e si chiudeva a riccio in difesa sperando di trovare la giocata della domenica sfruttando i singoli. La Fiorentina di Sousa assomiglia più a quelle dei suoi due colleghi che a quella di Montella e sia contro il Genoa che contro il Basilea è stata schiacciata da due squadre sicuramente non irresistibili. Il possesso palla ed il calcio spettacolo sono un antico ricordo, 4 partite ufficiali e 2 sconfitte non rappresentano un grande inizio di stagione.

Ma Sousa che centra? Il tecnico Portoghese ha vinto molto in campionati minori ma in queste prime uscite stagionali la sua squadra è parsa arrendevole, troppo schiacciata nella sua area a difendere il risultato. Chiede che il possesso parta da dietro e poi vorrebbe la verticalizzazione improvvisa ma la squadra non riesce a giocare bene in fase di possesso palla e crea veramente poco, molto poco. I reparti sono troppo lunghi e non c’è un regista in grado di dettare bene i tempi della manovra… guardate che Pizarro può’ essere ancora ingaggiato eh.

Contro il Basilea dopo il goal fortunoso dell’acquisto più azzeccato di questa “strana” campagna acquisti e cioè Kalinic, la squadra non ha creato più nulla, ha preso un palo nel secondo tempo con Kuba e null’altro.

In settimana si è parlato molto riguardo la contestazione dei tifosi della Fiorentina che hanno appeso degli striscioni che ironizzavano sulle vicende dello scorso mercato. La società purtroppo ha tolto a Sousa gli unici giocatori che creavano superiorità numerica e saltavano l’uomo, cioè Salah e Joaquin. Senza questi due il gioco è molto prevedibile e si creano pochissime occasioni da rete.

Dopo la campagna acquisti disse scherzosamente Sousa: “dovrò fare le omelette con le uova che ho”. Beh, anche gli chef più bravi del mondo con uova di quaglia, senza fornelli ed altri ingredienti farebbero fatica. Il tecnico ce la mette tutta ma se gli togli i giocatori più forti di ogni reparto potrà sperare solo nei miracoli. Senza Neto, Savic, Pizarro, Joaquin e Salah perdi 5 titolari che facevano la differenza nel gioco di Montella e purtroppo si vede.

Di solito le dirigenze qui in Italia non fanno mea culpa e se le cose vanno male esonerano l’allenatore, dando a lui tutte le responsabilità dei risultati negativi. Ma siamo sicuri che anche Montella sarebbe riuscito a fare meglio senza i suoi uomini migliori?

Passiamo alle pagelle, sinceramente a parte Kalinic trovo difficoltà a salvarne qualcuno, mi era piaciuto anche Astori prima dell’infortunio ma gli altri purtroppo non hanno fatto benissimo.

Pagelle Fiorentina Vs Basilea:

Sepe 4,5 – prende goal sul suo palo fregato da un rimbalzo anomalo. Dice che vuole conquistarsi il posto da titolare ma se sbaglia queste partite ci metterà molto più del previsto. Spocchioso

Roncaglia 5,5 – Savic era tutt’altra cosa ma Roncaglia si impegna e fa sentire da subito i suoi tacchetti agli avversari. I piedi non sono educati ed in certi casi è un po’ energico, ma migliorerà. Irruento 

Rodriguez 4 – Uno della sua esperienza non puo’ fare un fallo del genere a centrocampo compromettendo il risultato. Detta i tempi del gioco ma lascia la squadra in 10 e da lì il gioco si perde. Irresponsabile 

Astori 6,5 – E’ uno dei meno peggio, si fa apprezzare per pregevoli chiusure ed anche in fase di impostazione quando dimostra che con i piedi ci sa fare. Purtroppo si infortuna e Sousa perde 2 dei centrali titoli. Sfortunato 

Tomovic 6 – Non gioca male ma si ritrova a dover difendere il risultato dall’assedio degli Svizzeri e deve vedere 2 palloni dentro la porta difesa da Sepe. Barricato 

Kuba Blaszykowski 6 – Inizia subito forte sfruttando la sua dote migliore e cioè la corsa, prende anche un palo a portiere battuto ma non è ancora al 100% e se non sei in forma il tuo tipo di gioco ne risente. Increscendo

Badelj 5 – Non sembra in giornata e sbaglia diverse giocate. Aveva fatto bene contro il Milan ma oggi… In Confusione

Ilicic 4,5 – Da uno con le sue doti ci aspettiamo sempre molto di più ma oggi non c’è e litiga con la posizione in campo e non trova le giocate e accelerazioni giuste. Spaesato 

Mati Fernandez 5 – Parte bene ma cala vistosamente. Molto bella la chiusura sulla sinistra nel primo tempo con ripartenza e fallo guadagnato ma poi si spegne, anche perché gioca in un ruolo non suo. Sacrificato 

Pasqual 5,5 – L’unico viola chiamato da Conte entra quando la viola è in 10 ma non incide come vorrebbe e si fa sentire poco sulla fascia. Pennella una bella palla per Babacar… ma ahimè troppo lunga. Insicuro 

Babacar 5,5 – Entra e regala a Kuba una palla d’oro che il polacco spedisce sul palo, poi con l’inferiorità numerica cala anche lui. Spesso viene richiamato da Sousa per il poco sacrificio in fase di pressing. Sgridato 

Kalinic 6,5 – Corre e lotta per tutta la partita, segna un goal dopo pochi minuti e si procura un calcio di rigore che l’arbitro però non vede. Spauracchio 

Tags
Mostrami di più

Ale Wonder

Salve a tutti, mi chiamo Alessandro Aru e sono il fondatore/CEO di questo web magazine.Mi occupo di digital marketing, web-social & music, seo & music manager. Sono appassionato di cinema, buon cibo, storia, natura, Fiorentina ed arte in generale.Sono critico ma razionale. ;D un saluto...Ale!

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close