Il Milan dei giovani sale al secondo posto in classifica

Milan dei giovani 2 posto stagione 2016/17
Carlos Bacca esulta dopo aver segnato lo 0 ad 1 contro la Sampdoria al Marassi il 16 settembre 2016. Credits AC Milan

Sorrisi raggianti dalle parti di Milanello. I rossoneri, dopo l’ottimo successo ottenuto al “Bentegodi” contro il Chievo, salgono al secondo posto in classifica, a quota sedici punti, in compagnia della Roma.

La squadra, guidata egregiamente da Montella, sta sorprendendo in maniera positiva tutti gli addetti ai lavori. Ciò che colpisce maggiormente è la fluidità di gioco, la velocità negli spazi, le efficaci triangolazioni in avanti e la resistenza di un centrocampo qualitativamente valido. Anche dalla difesa provengono liete notizie, con i meccanismi che giornata dopo giornata vengono assimilati sempre più. Montella sta seguendo alla perfezione le linee guida di un club che mira a far crescere i giovani e a lanciare con orgoglio il “made in Italy”.

In porta giganteggia Donnarumma, classe 1999 e con le stimmate del predestinato. Nella coppia centrale di difesa è ormai insostituibile Romagnoli, calciatore nato nel 1995 ed entrato nell’orbita anche del commissario tecnico Ventura. Lungo le corsie esterne giganteggiano i vari De Sciglio e Abate, uomini nati e cresciuti nel Milan, senza dimenticare Calabria, esterno dal futuro raggiante, classe 1996. A centrocampo, tutti in piedi ad applaudire il diciottenne Locatelli, chiamato nell’arduo compito di sostituire Montolivo fermo ai box per un grave infortunio al ginocchio. Il numero settantatre rossonero sta palesando una spiccata personalità e una grinta da veterano, senza dimostrare nessun tentennamento e nessuna paura nel calcare il prestigioso palcoscenico della serie A. In avanti brillano Suso e Niang, due uomini su cui la dirigenza rossonera e il tecnico credono fermamente.

Dopo esser stati in prestito al Genoa, i due attaccanti esterni sono tornati, dalle parti di Milanello, rigenerati e con una voglia famelica di ben impressionare. Al centro dell’attacco, domenica sera, ha giocato dal primo minuto Lapadula, che pur non andando a segno, si è prodigato per la squadra, lavorando molto sul fronte avanzato con grande generosità. Ovviamente, nello scacchiere tattico imbastito da Montella, è impossibile non annoverare Bacca, centravanti dalle qualità sopraffine, che riesce a fare la differenza in campo anche se chiamato in causa per pochi minuti.

Il Milan di oggi è questo, un gruppo compatto che rema dritto verso un unico obiettivo con estrema umiltà e abnegazione. L’”aeroplanino” sta riuscendo nell’impresa di avere coraggio nel lanciare sul grande palcoscenico dei ragazzi dal futuro promettente, non disdegnando il bel gioco e l’aggressività. Nonostante la “linea verde” preferita dal tecnico campano, i rossoneri non peccano in quanto a personalità e verve, elementi essenziali per una squadra che vuol tornare prepotentemente nelle zone alte della classifica per riassaporare il profumo d’Europa.

Il prossimo match in programma, sabato sera, sarà un banco di prova fondamentale, per misurare le ambizioni del “diavolo” che se la vedrà contro la capolista Juventus, in una sfida sulla carta ardua ed impervia ma che potrà fornire importanti indicazioni sul valore reale e le possibili ambizioni che potrà nutrire la spumeggiante banda di Montella.

-Analisi dettagliata sui punti di forza e le reali ambizioni del Milan, attualmente secondo in classifica in compagnia della Roma.-

Tags
Mostrami di più

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close