Il Napoli prepara la sfida con l’Atalanta, mentre Koulibaly lancia messaggi scudetto.

Il Napoli si prepara ad affrontare la “bestia nera” Atalanta

Mancano due giorni alla ripresa del campionato. Il Napoli sarà la prima big a scendere in campo, alle 12:30 di domenica 21 gennaio, in occasione della sfida, tutt’altro che agevole, in casa dell’Atalanta. Gli orobici rappresentano un avversario da affrontare con le dovute cautele da parte della banda di Sarri, in quanto negli ultimi quattro confronti, tra serie A e Coppa Italia, gli uomini di Gasperini hanno vinto in ben tre occasioni, indossando gli abiti da vera e propria “bestia nera” per Insigne e compagni. I partenopei giungono a quest’appuntamento  come primi della classe, con cinquantuno punti all’attivo, ad una lunghezza di distanza dalla Juventus seconda.

Gli azzurri sono reduci, altresì, da cinque risultati utili consecutivi, ed in trasferta, durante questo campionato, hanno collezionato nove successi ed un solo pareggio, non perdendo mai. Dal punto di vista degli indisponibili, giungono notizie confortanti da Milik e Ghoulam il cui programma di recupero procede perfettamente. I due calciatori sono tornati a lavorare in gruppo e non è escluso che fra circa un mese possano tornare nuovamente abili e arruolabili alla corte di mister Sarri. Anche l’ultimo arrivato in casa azzurra, Zinedine Machach, si allena con i nuovi compagni, e il suo futuro immediato non appare ancora scritto. L’allenatore toscano non si è pronunciato sul fatto di volerlo trattenere sotto l’ombra del Vesuvio oppure girarlo in prestito in qualche squadra di B, con Bari e Carpi in pole position, in cui poter giocare con maggior frequenza. Per quanto concerne Giaccherini, invece, il mancato arrivo di Verdi e il raffreddamento della pista Deulofeu, hanno frenato di gran lunga il trasferimento dell’ex Bologna al Chievo.

Intanto spostando l’attenzione sulla delicata sfida di domenica ad ora di pranzo contro l’arrembante Atalanta, Sarri ovviamente sfodererà il solito e collaudato 4-3-3 con Reina in porta, Albiol e Koulibaly centrali di difesa, mentre Hysaj e Mario Rui presidieranno le corsie esterne. A centrocampo sicuri di un posto Allan e Jorginho, mentre Hamsik, reduce dall’influenza, tornerà ad allenarsi quest’oggi e non è escluso che possa partire dalla panchina, lasciando spazio a Zielinski. In attacco confermato il tridente delle meraviglie composto da Insigne, Mertens e Callejon, con il folletto belga intenzionato a tornare al gol, considerando che l’ultima sua firma in campionato risalga allo scorso 29 ottobre, in occasione del 3-1 inflitto al Sassuolo.

Ieri, intanto, Kalidou Koulibaly, intervistato da Premium Sport, ha rilasciato importanti dichiarazioni sull’obiettivo principale del Napoli, ossia la conquista dello scudetto, pur essendo consapevole delle avversità che occorrerà superare, facendo i conti, altresì, con una Juventus in netta ripresa: “Stiamo bene, questa sosta ci è servita e ora stiamo preparando la prossima partita che è importante. Sarà difficile, l’Atalanta è una buona squadra, ci ha già messo in difficoltà in passato e speriamo di rispondere sul campo. Giocano bene, il loro modulo ci mette un po’ in difficoltà, ma tocca a noi trovare le soluzioni. Penso che anche in Coppa Italia abbiamo fatto bene nonostante la sconfitta: domenica sarà un’altra partita e speriamo di vincere perché è una sfida fondamentale per il campionato. Sarà una prova di maturità per noi, una vittoria a Bergamo ci darebbe grande fiducia per le prossime sfide”.

Sul sogno scudetto, queste le parole del difensore senegalese: “Che festa sarebbe a Napoli? Immaginare è molto difficile. Tutti ci dicono che possiamo solo viverla e speriamo di viverla tra pochi mesi. Ci proveremo anche se sappiamo che la strada è ancora lunga. Proveremo a vincerle tutte anche se nel calcio è difficile da prevedere le cose: speriamo di essere in alto anche alla fine del campionato”. Infine sulla possibilità che possa chiudere la carriera in azzurro, queste le affermazioni di Koulibaly: “Stiamo tutti bene qui. Non sono il solo che vorrebbe firmare a vita per il Napoli. Non so cosa succederà in futuro ma spero di rimanere qui ancora per molto tempo. La mia famiglia sta benissimo qui, i miei amici vengono sempre volentieri a Napoli e quando si sta bene in un posto bisogna restarci più tempo possibile”.

 

Tags

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close