Momento positivo in casa Roma: giallorossi terzi in classifica e ai quarti di Champions League.

La Roma marcia indisturbata nei quartieri alti di classifica

Sorride la Roma. I giallorossi stanno vivendo una fase decisamente positiva come testimoniano i risultati ottenuti nelle ultime settimane. In campionato, la truppa guidata da Eusebio Di Francesco, occupa il terzo posto a quota cinquantanove, davanti ad Inter e Lazio rispettivamente con cinquantacinque e cinquantaquattro punti all’attivo, in piena lotta, quindi, per un posto per la prossima edizione di Champions League.

Gettando lo sguardo proprio sulla massima competizione continentale, la “Lupa” è tutt’ora in corsa, essendo entrata nel novero delle migliori otto d’Europa. Fra due settimane, Dzeko e compagni affronteranno il Barcellona di Messi, Suarez e Dembélé, in un match che si preannuncia alquanto proibitivo ma al contempo permetterà ai capitolini di scendere in campo, sia con ardore e organizzazione al fine di arginare la prestanza agonistica dei blaugrana, ed altresì con l’atteggiamento di giocarsi queste due sfide, tra andata e ritorno, con la spensieratezza e soprattutto la spigliatezza di chi il proprio obiettivo lo ha già raggiunto e di conseguenza tutto ciò che di positivo avverrà sarà un qualcosa in più che non potrà far altro che mettere in risalto l’ottimo lavoro svolto dal tecnico abruzzese e dai suoi ragazzi. In A, la “Lupa” è reduce da sei vittorie negli ultimi sette incontri.

La Roma non perde dallo 0-2 subito in casa ad opera del Milan, lo scorso 25 febbraio, mentre in trasferta, la banda giallorossa ha rimediato l’ultimo ko il 23 dicembre, all’Allianz Stadium, ad opera della Juventus. Sempre nelle ultime sette partite disputate in campionato, la retroguardia capitolina ha subito solo quattro gol, mentre complessivamente sono tredici i clean sheet, ossia quando la porta difesa da Alisson è rimasta inviolata. Tra i punti di forza della Roma, come pocanzi annoverato, vi è proprio il portiere brasiliano, tra i migliori al mondo nel suo ruolo. Nella scorsa annata ha incarnato alla perfezione e con professionalità i panni da vice-Szczensy, mentre in questa stagione dopo aver assunto i galloni da titolare ha sfoderato una serie di performance maiuscole.

Note di merito anche per gli esterni di difesa dove Florenzi e Kolarov sono encomiabili sia in fase difensiva che propositiva, mentre a centrocampo brillano Strootman, autore di una prestazione superba nella gara di ritorno degli ottavi di Champions League, contro lo Shakthar Donetsk, rendendosi protagonista dell’assist decisivo per il gol di Dzeko, e Nainggolan, il quale pur non ripetendo quanto di straordinario compiuto nella passata stagione, sta di nuovo tornando ai suoi livelli come testimonia la rete messa a segno nell’ultimo turno di campionato contro il Crotone. In avanti è imprescindibile l’apporto di Edin Dzeko, centravanti boa nello scacchiere tattico imbastito da Eusebio Di Francesco, supportato dall’estro di validi esterni come El Shaarawy, in gol con i pitagorici, Under, esploso nel girone di ritorno e Perotti, altruista e puntale nel rifornire i compagni di reparto, pur non essendo sempre costante nel rendimento.

Un plauso, poi, va attribuito ad Eusebio Di Francesco, che ha smentito tutti coloro che troppo frettolosamente, in estate, lo etichettarono di non essere in grado di lavorare in una piazza esigente come quella romana. I risultati dicono ben altro: la Roma è terza in campionato, alle spalle di Juventus e Napoli che stanno disputando un torneo a parte, e in piena corsa in Champions League come non accadeva da dieci anni. Anche dal punto di vista tattico, il paragone con il maestro Zeman è fine a sé stesso. L’ex allenatore del Sassuolo ha nel 4-3-3 il suo modulo di riferimento ma ciò non ha precluso di ammirare sul rettangolo verde, a seconda delle esigenze, un 4-2-3-1 funzionale alle situazioni. Ciò a testimoniare che Di Francesco sia un tecnico dinamico e per nulla ingabbiato a schemi tattici immodificabili. Un allenatore moderno, quindi, in grado di comprendere le varie fasi di una partita, ponendo rimedi in corsa. La Roma veleggia spedita e di questo passo, negli ultimi due mesi di stagione, ci sarà da divertirsi.

 

Tags
Mostrami di più

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close