Ultime notizie in casa Napoli, in attesa della sfida cruciale, per lo scudetto, contro la Juventus

Il Napoli si gioca tutto, o quasi, nel duello all’Allianz Stadium

Il count-down segna meno due al big match di domenica sera che terrà in trepidazione milioni di tifosi e appassionati di calcio. All’Allianz Stadium andrà in scena Juventus-Napoli, gara dal sapore di spareggio scudetto. I partenopei giungono a quest’appuntamento dopo aver superato, in rimonta, l’Udinese per 4-2. La serata di mercoledì resterà un passaggio indimenticabile per tutti i supporters azzurri. La banda di Sarri, ad un certo punto, era stata balzata a meno nove dalla Juventus, considerando il momentaneo vantaggio della Vecchia Signora contro il Crotone e quello provvisorio dei friulani al San Paolo. Poi gradualmente il gap si è ridotto quando Simy ha imposto il pareggio ai campioni d’Italia in carica e Albiol prima e Milik dopo hanno permesso al Napoli di acciuffare l’Udinese per poi sorpassarla. Il 4-2 siglato da Tonelli è stata la ciliegina sulla torta di una serata che messo in mostra un Napoli per nulla affatto arrendevole, aggressivo, il quale spinto da un pubblico fantastico e caloroso, non ha nessuna intenzione di abbandonare quel sogno scudetto cullato con amore sin dal ritiro estivo di Dimaro.

Come è ben noto, nel maggio del 2017, la banda di Sarri ha effettuato un patto concernente il tricolore e faranno in modo di rispettarlo, dando il massimo, non lesinando impegno ed abnegazione, lottando fino all’ultimo, pur consapevoli che avranno di fronte un avversario, la Juventus, abituato a primeggiare e che può vantare una rosa attrezzata e completa. Gli azzurri giungono a quest’appuntamento, come detto, da secondi della classe, con ottantuno punti all’attivo. Insigne e compagni sono reduci da sei risultati utili consecutivi, frutto di tre pareggi in trasferta contro Inter, Sassuolo e Milan e altrettante vittorie casalinghe al cospetto di Genoa, Chievo e Udinese. Il Napoli non ottiene l’intera posta in palio lontano dal San Paolo, dal 26 febbraio scorso, ossia in occasione del roboante 0-5 rifilato ai danni del Cagliari.

I partenopei dovranno cercare di espugnare il fortino della Juventus, preferibilmente con il punteggio di 0-2 o quantomeno con due reti di scarto, dopo lo 0-1 subito all’andata al San Paolo, al fine di ottenere uno score migliore in caso di arrivo a pari punti. Nell’eventualità che la sfida termini in pareggio e la distanza tra le due squadre sia sempre di quattro punti, occorrerà volgere lo sguardo sul resto del calendario. La Juventus avrà due trasferte molto insidiose a Milano contro l’Inter e all’Olimpico con la Roma, oltre alle sfide casalinghe contro Bologna ed Hellas Verona, discorso diverso per gli azzurri che a seguire andranno al “Franchi” per affrontare la Fiorentina, poi  giocheranno con il Torino al San Paolo, successivamente la trasferta di “Marassi” con la Sampdoria ed infine la chiusura in casa contro il Crotone, con i pitagorici nuovamente arbitri nel duello scudetto.

Per quanto concerne l’undici che affronterà i bianconeri, Sarri molto probabilmente non snaturerà la sua idea tattica, facendo affidamento al collaudato 4-3-3, lasciando da parte quel 4-2-3-1 visto contro l’Udinese, utile per ribaltare una situazione di svantaggio. La formazione che scenderà in campo è presto fatta: Reina in porta, Albiol e il rientrante Koulibaly a comporre il duo centrale di difesa, Hysaj a destra, Mario Rui a sinistra. A centrocampo Jorginho ed Allan partiranno nuovamente dal primo minuto, dopo l’iniziale panchina con i friulani, con Hamsik a comporre il terzetto di reparto. In avanti sicuri di una maglia da titolare Insigne e Callejon, con il dubbio tra Mertens e Milik, ma a quanto pare il folletto belga è favorito per disputare il match dal primo minuto.

 

Tags
Mostrami di più

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close