Ecco da chi e dove sono stati sequestrati i due italiani in Libia.

da chi e dove sono stati sequestrati i due italiani in Libia

Le dinamiche dell’accaduto

Si chiamano Bruno Cacace, 56 anni, e Danilo Calonego, 66 anni, il primo della provincia di Cuneo ed il secondo della provincia di Belluno. Si trovavano in Libia per fare un lavoro con la ditta di costruzioni per cui lavorano, la Con.I.Cos di Mondovì fondata da Giorgio Vinai e che opera in Libia da diversi anni.

Sono stati rapiti a Ghat, una città che si trova nella zona sud-ovest della Libia. Oltre ai due italiani è stato rapito anche un cittadino canadese. I media locali però tranquillizzano – si fa per dire – le due nazioni, affermando che i sequestratori non sarebbero collegati ad al Qaida ma sarebbero dei delinquenti del posto. I tre sono stati prelevati da un gruppo di uomini a bordo di due macchine. I malviventi avrebbero sparato alcuni colpi prima di rapire gli uomini occidentali.

L’autista degli italiani e del canadese è stato trovato legato in una zona desertica. Ad annunciare il rapimento è stato il sindaco di Ghat, Komani Mohamed Salch. Qui sotto il suo comunicato

“Degli sconosciuti hanno sequestrato all’alba un canadese e due italiani”. Si sta lavorando per individuare il gruppo dei rapitori ed il luogo dove sono stati portati i tre”.

Le forze dell’ordine di Ghat si stanno già muovendo per ritrovare i tre prigionieri ed anche il governo italiano è in continuo contatto per risolvere la situazione. Speriamo che i tre uomini potranno riabbracciare al più presto le proprie famiglie.

 

 

 

Wonder Channel Redazione

Siamo la redazione del magazine Wonder Channel, stacanovisti per passione. Siamo gli editori del magazine.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close