Salute

Arrivano le Sigarette Elettroniche per i Bambini, ma sono Cancerogene

Che Guaio le Sigarette Elettroniche per i Bambini, all’apparenza potrebbero risultare meno nocive ma non lo sono, ecco perché:


 

Nicotina e composti che causano il cancro sono stati trovati in alcune sigarette elettroniche, maggiormente consumate dai ragazzini delle scuole medie e superiori. Queste sigarette spesso hanno il sapore della frutta e vengono vendute in una confezione colorata. Sono più economiche rispetto alle sigarette normali e sono più appetibili per i bambini durante l’acquisto.

Numeri alla mano i danni causati dal fumo sono davvero preoccupanti e dovrebbero far riflettere i genitori di questi bambini, in modo da implementare ai ragazzi una cultura anti-fumo e sostanze altamente nocive per il loro organismo.

Ecco qualche dato:

• Ogni giorno, circa 2.100 ragazzi e giovani che sono diventati fumatori occasionali inizieranno a fumare diverse sigarette abitualmente;

• Ogni minuto 4800 ragazzi aspireranno la prima sigaretta. Di questi, circa 2.000 diventeranno fumatori a catena;

• Circa l’80 per cento dei fumatori adulti iniziato a fumare da adolescenti;

• L’uso del tabacco costa più di 289 miliardi di dollari l’anno, di cui almeno 133 miliardi di dollari vengono spesi in cure mediche;

• In media, i fumatori muoiono 10 anni prima rispetto ai non fumatori;

• Se il fumo permane al ritmo attuale tra i giovani in questo paese, 5,6 milioni di italiani che hanno compiuto i 18 anni moriranno prematuramente di una malattia correlata al fumo. Ciò rappresenta circa uno ogni 13 giovani italiani.

• Più di 4 milioni di italiani soffrono di una malattia correlata al fumo.

• Nel 2011, il 68,9 per cento dei fumatori adulti hanno voluto smettere di fumare;

“Fonte: Centri per il Controllo delle Malattie e la Prevenzione”

Sigarette Elettroniche per i Bambini? Vietiamole!

Dal 1990, il numero di studenti delle scuole superiori che fumano sigarette è diminuito del 50 per cento, ma anche perché i giovani stanno iniziando ad assumere altre sostanze molto più pericolose. Ma proprio come il fumo di sigaretta è in trend verso il basso, l’uso delle sigarette elettroniche, narghilè e mini-sigari sono in aumento. L’uso della sigaretta elettronica è aumentato di oltre il 43 per cento negli ultimi anni tra gli studenti delle scuole medie e quasi il 102 per cento tra gli studenti delle scuole superiori. Il numero di coloro che hanno provato narghilè è aumentato di quasi il 38 per cento tra gli studenti delle scuole medie e il 24 per cento tra gli studenti delle scuole superiori.

“I bambini che non avrebbero mai pensato di accendere una sigaretta ora sono tentati da questi prodotti alternativi al fumo tradizionale,” hanno creato un nuovo pubblico per il fumo, anche perché il 10 percento dei bambini che hanno fumato per la prima volta una sigaretta elettronica non avevano mai provato una sigaretta tradizionale.

Le Sigarette Elettroniche sono state commercializzate nel 2004. Oggi queste sigarette assomigliano sempre di più alle sigarette tradizionali, ma in realtà utilizzano una bobina alimentata a batteria per vaporizzare il liquido in una cartuccia che viene inalato nei polmoni. Nel 2009, la US Food and Drug Administration (FDA) ha analizzato alcuni campioni di cartucce prelevati da due produttori. La quantità di nicotina rilasciata non sempre coincide con la quantità indicata nell’etichetta. Lo studio ha anche rivelato che alcune cartucce etichettate “senza nicotina” contenevano nicotina. I composti cancerogeni presenti nel tabacco sono stati trovati anche in alcune cartucce di sigarette elettroniche, insieme ad altre tossine come il glicole diethylene, un prodotto chimico tossico utilizzato come antigelo.

Per essere acquistate dai più piccoli, queste sigarette elettroniche per i bambini vengono vendute aromatizzate alla frutta. Spesso sono commercializzate in occasione di eventi sportivi, concerti e altri luoghi dove i giovani si riuniscono.

Conosciamo gli effetti delle sigarette ma non quello delle sigarette elettroniche e narghilè a lungo termine, anche perché, essendo state commercializzate di recente, nessuno ha potuto effettuare degli studi rilevanti.

Quando fumiamo i Narghilè il fumo passa attraverso l’acqua prima di essere introdotto nella bocca e nei polmoni del fumatore. Anche se l’acqua può rimuovere alcune particelle del fumo, sono le sostanze chimiche ad essere nocive per l’organismo. L’acqua contenuta nel tubo fa poco per filtrare queste sostanze chimiche, che comprendono il monossido di carbonio, catrame, formaldeide, cianuro e ammoniaca. Poi per tirare il fumo devi inspirare profondamente. Ciò significa che il fumo arriva più in profondità nei polmoni, dove si fanno più danni. In più, il fumo viene raffreddato dall’acqua e quando viene assimilato è più gradevole per il palato, quindi si tende a fumare di più. Una sessione di narghilè della durata un’ora equivale a fumare un pacchetto di sigarette. Il Narghilè viene condiviso con altri fumatori, e si può essere esposti a malattie infettive come la tubercolosi, la meningite e l’epatite.

Narghilè :

Poi ci sono mini-sigari, spesso aromatizzati, che i ragazzi fumano come le sigarette. I produttori di mini-sigari stanno prendendo di mira i giovani perché i fumatori che hanno già compiuto 35 anni se ne fregano di un sigaro aromatizzato. Possono essere venduti singolarmente per circa 30 centesimi, il che rende facilmente acquistabili anche dai più piccoli, al contrario delle sigarette che sono vendute a pacchetto.

Mini-Sigari :

La FDA sta cercando di regolamentare i dispositivi alternativi per i fumatori. Una proposta di legge nel mese di giugno (79FR23141) consentirebbe alla FDA, l’autorità di regolare il narghilè, sigari e sigarette elettroniche, nonché impedire la vendita ai minori.

Un appello ai genitori:

“Se fumate e volete aiutare il vostro bambino, la prima cosa che dovete fare è smettere di fumare.”

Smettete di fumare così i vostri figli non acquisteranno le sigarette elettroniche per i bambini al gusto di frutta.

I genitori dovrebbero anche parlare con i loro figli apertamente sui pericoli del fumo, iniziare la conversazione quando i bambini hanno circa 6 anni così non acquisteranno queste sigarette elettroniche per i bambini.

Ale Wonder

Salve a tutti, mi chiamo Alessandro Aru e sono il fondatore/CEO di questo web magazine. Mi occupo di digital marketing, web-social & music, seo & music manager. Sono appassionato di cinema, buon cibo, storia, natura, Fiorentina ed arte in generale. Sono critico ma razionale. ;D un saluto...Ale!

Ti Potrebbe Interessare

Commenta L'Articolo

Close