Musica

Katy Perry dice NO al Super Bowl 2015

Katy Perry dice NO al Super Bowl 2015 per motivi di cachet… 

Ad Agosto si è diffusa tra gli addetti ai lavori una voce secondo cui gli organizzatori del celebre evento Super Bowl avessero proposto a 3 artisti di esibirsi durante l’intervallo del match più famoso al mondo. Uno di questi artisti è una lei, la pop star Katy Perry. Gli altri due sono Rihanna e la famosa band Coldplay. Ma non è tutto, l’organizzazione ha chiesto agli artisti citati prima di esibirsi ma loro avrebbero dovuto pagare per farlo, in pratica sfruttare la visibilità che offre un evento come il Super Bowl. Spesso tante società si sfidano in un’asta estenuante per aggiudicarsi lo spazio pubblicitario migliore. I rumors parlavano di una risposta negativa da parte degli artisti e recentemente, Katy Perry, durante l’evento “College Game Day” ha detto:

Si, abbiamo avuto delle conversazioni, ci sono state trattative, sarebbe stato un onore per me ma… ho detto loro che non pagherò mai per esibirmi durante il Super Bowl, ora sta a loro decidere se ingaggiarmi alle mie condizioni.

La nuova strategia della NFL per fare cassa al momento non sembra gradita dai cantanti. Fino ad ora non veniva richiesto nessun contributo all’artista per l’esibizione. In più, la NFL, avrebbe chiesto una percentuale sui proventi ottenuti dai concerti in cambio dello spazio pubblicitario più importante durante l’evento Super Bowl. L’halftime show è un quarto d’ora critico, in quei pochi minuti la visibilità è immensa.Il Super Bowl è l’evento TV più importante negli Stati Uniti e ogni anno registra ascolti record. Nell’ultima edizione in quel quarto d’ora gli spettatori collegati all’evento erano 115 milioni ed hanno sentito l’esibizione di Bruno Mars e dei Red Hot Chili Peppers.

Ecco il Video dell’half time dello scorso anno in modo da farvi un’idea più precisa sull’evento :

[mom_video type=”youtube” id=”F2i0Bc3f7jk”]

 
 

Tags

Wonder Channel Redazione

Siamo la redazione del magazine Wonder Channel, stacanovisti per passione. Siamo gli editori del magazine.

Ti Potrebbe Interessare

Commenta L'Articolo

Close
Close