Italia e Mondo

12 prodotti di uso quotidiano fabbricati dagli Schiavi.

12 prodotti di uso quotidiano fabbricati dagli Schiavi


Al giorno d’oggi, fare shopping è così facile. È possibile acquistare tutto ciò che si desidera andando semplicemente nel negozio sotto casa, magari splendidamente decorato e composto da personale cordiale. Meglio ancora, si può anche avere quasi tutto consegnato a domicilio in meno di 24 ore. Con questi comfort moderni di cui disponiamo al giorno d’oggi, risulta facile dimenticare da dove provengono questi prodotti che utilizziamo ogni giorno.

Ovviamente non tutto ciò che utilizziamo quotidianamente è prodotto dal lavoro degli schiavi, ma il fatto che anche una cosa potrebbe essere prodotta in quello status lavorativo è motivo di preoccupazione – e non si tratta di un caso isolato, qui riportiamo 12 prodotti di uso quotidiano fabbricati dagli schiavi.


1.) Caffè

Ci sono 13 paesi nel mondo in cui i chicchi di caffè vengono raccolti utilizzando schiavi e/o attraverso il lavoro minorile.
 

2.) Cioccolato

 

Il cioccolato potrebbe farci rallegrare sempre e pensare ai ricordi più belli della nostra infanzia. Ad altri, il cioccolato porterà alla mente ricordi struggenti, stare a lavorare tutto il giorno e anche la notte, portando borse giganti contententi semi di cacao.
 

3.) Vestiti

 

Se vi siete mai chiesti, durante il vostro shopping quotidiano, come sia possibile che un capo di abbigliamento costi così poco, potete fare 2 + 2 e pensare che forse non hanno pagato le persone che hanno lavorato per realizzarlo.
 

4.) Elettronica

 

Molte fabbriche che producono prodotti elettronici vengono gestite o sono simili a prigioni, ma le persone che lavorano lì non ha fatto nulla di male per arrivarci.
 

5.) Borse Contraffatte

 

Se sono disposti a mentire sulla qualità del loro prodotto e rubano le marche che copiano, chissà come tratteranno le persone che lavorano per loro. A voi che girate con la Louis Vitton falsa pensateci su. Meglio un originale, no?
 

6.) Gomma

 

In paesi come la Liberia, dove la gomma è venduta ad un prezzo basso, vi possono offrire un affare. Tuttavia, essi non hanno molto da offrire quando si tratta di garantire la sicurezza della persona che  lavora per loro.
 

7.) Diamanti

 

Purtroppo non ci sono solo i prodotti a buon mercato che sfruttano il lavoro degli schiavi. Pensate ai paesi Africani che noi Europei più o meno colonizziamo per poter estrarre le loro materie prime assai preziose.
 

8.) Gamberi

 

L’industria del gambero è in realtà una delle più grandi sostenitrici del lavoro degli schiavi.
 

9.) Tappeti

 

I Tappeti sono prodotti in cinque paesi che utilizzano schiavi e/o il lavoro minorile.
 

10.) Olio di Palma

 

Molti di noi non sappiamo nemmeno cosa è l’olio di palma, però lo si può trovare in molti dei prodotti cosmetici che si utilizzano ogni giorno.
 

11.) Cannabis

 

Sicuramente non lo troverete a vostra disposizione negli scaffali di un negozio, ma le persone che comprano illegalmente questa sostanza non fanno altro che sostenere il lavoro degli schiavi.
 

12.) Pornografia

 

La schiavitù sessuale non è una materia esclusiva dei bordelli in quei paesi dove il turismo sex abbonda, e dove purtroppo molti italiani si fanno riconoscere. Infatti, molti bambini o comunque altre persone vengono spesso costrette contro la loro volontà a stare di fronte ad una webcam così da soddisfare l’utente che si trova dall’altra parte dello schermo.

Fonte
http://www.viralnova.com/products-with-slave-labor/

Wonder Channel Redazione

Siamo la redazione del magazine Wonder Channel, stacanovisti per passione. Siamo gli editori del magazine.

Ti Potrebbe Interessare

Commenta L'Articolo

Close
Close