Calcio

E’ fatta, quarti di finale!!! Missione compiuta, la Juventus batte 3 a 0 il Dortmund.

Il tiro micidiale di Carlos Tevez

“Missione compiuta, la Juventus batte 3 a 0 il Dortmund e vola ai quarti di finale di Champions League”


Serata da incorniciare, prestazione maiuscola della Juventus che con un perentorio 0-3 ha liquidato il Borussia Dortmund e ha conquistato il pass per i quarti di finale di Champions League. Bianconeri meritatamente tra le prime otto d’Europa e per il calcio italiano, quella di ieri sera, è stata una serata di grande orgoglio di cui andare fieri. La Vecchia Signora al Signal Induna Park non si è fatta intimorire dallo stadio completamente esaurito e colorato di giallonero, la curva piu’ numerosa d’Europa, ben venticinquemila sostenitori del Borussia, non hanno scalfito minimamente la concentrazione di Buffon e company. La squadra di Allegri è apparsa dal primo minuto concentratissima, determinata su ogni pallone e ha mostrato individulita’ nettamente superiori a quelle dei tedeschi. Una citazione su tutti la merita Tevez, autore di una splendida doppietta e assist-man per il goal di Morata. L’argentino è il nuovo numero dieci che ha scritto la storia in questo stadio. Dopo Roberto Baggio e Alessandro Del Piero, è lui, Carlitos Tevez a salire in cattedra, prendere per mano la propria squadra e lasciare il segno. Un campione assoluto, l’apache, capace di realizzare goal sopraffini, sacrificarsi per la squadra, combattere su ogni palla, è davvero l’uomo in piu’ e fondamentale per il gioco di mister Allegri. I complimenti vanno anche a Morata, prestazione eccezionale la sua che in piu’ di un’occasione ha impensierito l’estremo difensore del Borussia. Il giovane spagnolo ha trovato anche il goal ed ha superato brillantemente questo importante banco di prova. La Juventus finalmente ha dimostrato di non essere una corazzata solo in campionato, ha mostrato i muscoli anche in Europa. Espugnare Dortmund non era affatto semplice, le premesse lasciavano presagire una gara davvero tirata e scorbutica per i bianconeri ed invece la banda di Allegri ha superato con scioltezza questo ostacolo, imponendosi con carattere in un’ambiente molto ostile.

La Juve esulta di squadra, così come nel gioco.

Questo successo di prestigio oltre ad andare a rimpinguare le casse del club, con i nove milioni di euro che incasseranno, va a certificare un qualcosa di importante dal punto di vista sportivo, ovvero sia che i bianconeri sono da considerare una realta’ imponente in Europa, essere tra le prime otto è assoluto motivo di orgoglio e soddisfazione. Certo, ora l’asticella di difficolta’ si innanlzera’ ancor di piu’, Bayern Monaco, Real Madrid, Barcellona sembrano essere squadre imbattibili ma i bianconeri visti ieri sera lasciano ben sperare. La rosa della Juve non ha nulla da invidiare alle altre, calciatori d’esperienza come Buffon, Chiellini, Bonucci, Marchisio, gente abituata a giocare in nazionale, conoscono bene le dinamiche del calcio europeo e sono elementi su cui affidarsi per andare lontano. Come ha dichiarato piu’ volte Allegri, la Champions resta un sogno, ma dopo la magnifica partita di ieri sera, i tifosi bianconeri sono autorizzati a sognare e chissa’ mai che Berlino, sede della finale, non sia poi cosi’ lontana. Unica nota stonata della serata, e’ l’infortunio accorso a Pogba, dalle prime analisi pare si tratti di un problema muscolare con un mese di stop. Juventus ai quarti di finale, oramai è una certezza e si attende trepidanti il sorteggio di domani a Nyon a mezzogiorno per conoscere il prossimo euro-rivale della Vecchia Signora. Juventus corsara a Dortmund e il sogno continua.

Tags

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Commenta L'Articolo

Close
Close