Calcio

Serata di magia, Juventus vs Real Madrid, per un sogno chiamato Champions

Ci siamo, la serata che tutto il popolo bianconero attende con ansia è giunta. È la sera di Juventus vs Real Madrid, semifinale prestigiosa di Champions League che torna in auge dodici anni dopo. Nel lontano 2003 i protagonisti di quella doppia sfida furono Del Piero, Trezeguet, Nedved per i bianconeri, Zidane, Figo, Ronaldo per i “blancos”, una sfida accesissima e dall’elevato valore tecnico-qualitativo. Stasera sarà la sfida tra Tevez e Cristiano Ronaldo, Pirlo e Sergio Ramos, sarà una serata speciale per Gigi Buffon, che era presente anche dodici anni fa e che dal 2003 insegue il coronamento di un sogno, quello di alzare al cielo la coppa dalle grande orecchie, trofeo che latita nel suo palmares personale. Stasera allo Juventus Stadium sarà sold out e si respira già da ora un’aria di attesa, trepidazione, i bianconeri sono consci che il match contro i madridisti non li vede affatto favoriti. La Juventus tra le quattro semifinaliste ancora in corsa è l’unica outsider, la vera rivelazione di questa edizione di Champions League, e i pronostici non giocano a suo favore. Ieri nel tardo pomeriggio Allegri in conferenza stampa ha tenuto a ribadire che i suoi uomini si giocheranno con vigore e determinazione questo doppio confronto con il Real, arrivati a questo punto sognare di fare un altro passo e raggiungere la finale di Berlino non sarebbe utopia. Il tecnico toscano ha fiducia nei suoi giocatori e vorrà da loro delle risposte concrete in campo. La Juventus a suo dire dovrà sbagliare il meno possibile perché troverà dinnanzi a sé un rivale competitivo e dal valore individuale inestimabile.

Atteggiamento difensivo oppure si andrà all’attacco? Juve vs Real Madrid apre a diversi scenari 

I bianconeri dovranno saper difendere con arguzia e attaccare costantemente, vincere sarebbe importante in questo match di andata e Allegri confida poco in uno zero a zero considerando il valore delle squadre in campo. La Vecchia Signora dovrebbe schierarsi con il modulo tattico “4-3-1-2” con Buffon tra i pali, difesa a quattro con Lichtsteiner ed Evra esterni e Chiellini e Bonucci coppia centrale. A centrocampo agiranno Marchisio, Pirlo e Vidal. Pereyra fungerà da trequartista a ridosso del tandem d’attacco Tevez-Llorente. Secondo indiscrezioni dovrebbe essere Llorente a partire titolare a discapito di Morata. L’attaccante ex Athletic Bilbao è apparso in buona forma nelle ultime settimane ed anche il goal in campionato contro la Fiorentina ne è stata testimonianza. Tra l’altro è da non dimenticare che Llorente nella passata edizione di Champions rifilò due reti al Real nel doppio confronto nella fase a gironi. Carletto Ancelotti da parte sua esprime parole di elogio nei confronti della Juventus, squadra che rispetta ma che non ha mai amato, così come scrisse nella sua autobiografia, narrando delle sue stagioni alla guida della squadra bianconera, dove il rapporto con una buona fetta dei tifosi non fu affatto idilliaco. Il tecnico emiliano dalle dichiarazioni pre-gara afferma che la sua squadra potrebbe qualificarsi anche a seguito di un doppio pareggio con i bianconeri, ma il suo atteggiamento cauto non convince Max Allegri.

Come schiererà la sua squadra mister Allegri in questo Juve vs Real Madrid?

In ottica formazione il Real Madrid dovrà fare a meno di Modric e Benzema, e allora il modulo prescelto sarà il “4-4-2” con la coppia d’attacco stellare composta da Cristiano Ronaldo e Bale. A centrocampo agiranno Isco, Kroos, Sergio Ramos e James Rodriguez. Solita difesa a quattro con Marcelo, Carvajal, Pepe e Varane. Casillas tra i pali. La lunga attesa sta per terminare, la parola andrà al campo e ai suoi protagonisti con la speranza per i tifosi bianconeri e per tutto il calcio italiano che la Juventus riesca a gettare le basi in questo match d’andata per una qualificazione alla finale di Berlino, finale di Champions inseguita in casa Juventus da ben dodici anni.

Tags

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Commenta L'Articolo

Close