Calcio

Fiorentina vs Salah, ecco come stanno le cose. La verità sul caso Salah.

Ormai è iniziato il braccio di ferro tra la dirigenza della Fiorentina e Mohamed Salah, giocatore Egiziano in prestito dal Chelsea, ma ancora il suo contratto appare un mistero. All’inizio la Fiorentina disse che il giocatore sarebbe sicuramente rimasto nella prossima stagione, ecco le parole di Pradé:

“Salah sarà nostro per almeno 18 mesi, la situazione attorno a lui è chiarissima, pensiamo piuttosto a godercelo” ( Pradè – 6 marzo 2015).

Dopo è spuntata una misteriosa clausola di cui non si conosceva l’esistenza una volta definita l’operazione Cuadrado, che ha portato anche Salah a Firenze. La clausola consente a Salah di imporre una sorta di veto sul rinnovo del prestito per la prossima stagione garantendogli di far ritorno al Chelsea e poi accasarsi dove meglio crede.

Ma perché la Fiorentina ha nascosto questa clausola ai suoi tifosi ed ai media sino a poche settimane fa? 

Questa vicenda è davvero misteriosa e non da molta credibilità alla dirigenza della Fiorentina che ha comunque ottenuto ottimi risultati in campionato ma nelle trattative con i suoi giocatori ha sempre avuto problemi nel recente passato. Qualche esempio: Montolivo, Neto, Ljajic, Prandelli, Montella, Macia, Bernardeschi, giocatori, dirigenti o allenatori che la Fiorentina ha perso a 0 o comunque non è riuscita a mantenere o a rinnovare il contratto scatenando reazioni e perplessità nell’ambiente calcistico ed anche tra gli addetti ai lavori.

Fiorentina vs Salah – Mohamed Salah durante una conferenza stampa

Con Salah la dirigenza ha fatto sapere di avercela messa tutta, prima è stato lo stesso Guerini ad informare la stampa dell’offerta da capogiro della società per convincere il giocatore, poi è stato lo stesso Andrea Della Valle, il patron della Fiorentina, a confermare la bontà della proposta fatta recapitare al giocatore in vacanza in Egitto. Avete offerto 2,7 milioni? Di più ha risposto Andrea Della Valle ai giornalisti sotto gli uffici Tod’s di Milano. Alla fine la Fiorentina secondo i media è arrivata ad offrire 3 milioni più bonus per un totale di 3,5 milioni di euro annui al giocatore, che sarebbe diventato il secondo più pagato della rosa dopo Mario Gomez.

Ma saranno vere queste offerte? Perché Salah non accetta? Dopo aver mentito sulla clausola io ormai ho bisogno di vedere per credere quindi per me potrebbe essere anche un teatrino per far star buona la piazza di Firenze che mal digerirebbe la partenza del giocatore che ha incantato il Franchi per qualche mese a suon di gol strepitosi.

Però alla fine in questo caso la dirigenza viola potrebbe aver proprio detto la verità. Perché? Beh, sarebbe disposta ad andare pure per vie legali pur di non perdere il suo giocatore. O comunque intende far rispettare il contratto di prestito già depositato in lega ed ha convocato Salah per il ritiro di Moena che inizierà (per Salah) il 12 o 13 luglio 2015.

La Fiorentina ha deciso di far valere il precedente accordo di prestito e confermando il contratto del giocatore a 1,8 milioni annui perché si è sentita tradita dal giocatore Egiziano, che non ha risposto alla proposta della dirigenza gigliata.

Salah però ora potrebbe ricorrere anche lui al giudice, dichiarando di non aver mai sciolto il veto e specificando di voler tornare al Chelsea e poi accasarsi altrove.

Pochi minuti ha fatto sapere alla dirigenza della Fiorentina che non ha alcuna intenzione di presentarsi al ritiro e che non vorrà continuare a vestire la maglia della Fiorentina.

Fiorentina vs Salah – per qualche mese ha incantato il Franchi

Ma ecco come funziona il contratto di Salah e la clausola: 


30 GIUGNO 2015 termine entro cui la Fiorentina poteva far valere il rinnovo prestito versando il milione di euro (fatto)

5 LUGLIO 2015 termine entro il quale il giocatore se non manifesta la volonta’ di andarsene e legato alla Fiorentina per ulteriori 12 mesi (ancora non fatto)

per quanto attiene la clausola famosa chiarisco che:

Art. 1341 Codice Civile
LIBRO QUARTO – Delle obbligazioni Titolo II – Dei contratti in generale Capo II – Dei requisiti del contratto Sezione I – Dell’accordo delle parti

Le condizioni generali di contratto [1342, 1679, 2211] predisposte da uno dei contraenti (1) sono efficaci nei confronti dell’altro, se al momento della conclusione del contratto (2) questi le ha conosciute o avrebbe dovuto conoscerle usando l’ordinaria diligenza [1176, 1370].
In ogni caso non hanno effetto, se non sono specificamente approvate per iscritto, le condizioni che stabiliscono, a favore di colui che le ha predisposte, limitazioni di responsabilità [1229], facoltà di recedere dal contratto [1373] o di sospenderne l’esecuzione [1461], ovvero sanciscono a carico dell’altro contraente decadenze [2965], limitazioni alla facoltà di opporre eccezioni [1462], restrizioni alla libertà contrattuale nei rapporti coi terzi [1379, 1566, 2596], tacita proroga o rinnovazione del contratto [1597, 1899], clausole compromissorie [808 c.p.c.] o deroghe alla competenza dell’autorità giudiziaria [1370; 6, 28, 29, 30, 413 c.p.c.] (3).

SE SALAH HA UNA CLAUSOLA CHE DEROGA SIA AL PRESTITO SIA AL RISCATTO CONCORDATO TRA LE DUE SOCIETA’ (OGGETTO PRINCIPALE DEL CONTRATTO) SUBORDINANDOLO ALLA SUA VOLONTA’ DI ACCETTAZIONE TALE CLAUSOLA, PER ESSERE VALIDA, DEVE ESSERE STATA APPOSITAMENTE SIGLATA (FIRMATA) DA AMBO LE PARTI PENA LA NULLITA’ DELLA STESSA

TRADOTTO IN PAROLE POVERE SE NON E’ STATA SIGLATA DA SALAH E DA CHI HA FIRMATO PER LA FIORENTINA NON E’ VALIDA SE E’ STATA SIGLATA E’ VALIDA A TUTTI GLI EFFETTI PER CLAUSOLA SIGLATA SI INTENDE CHE LA FIRMA DEVE ESSERE APPOSTA SOTTO LA CLAUSOLA O ACCANTO E NON SOLO SOTTO AL CONTRATTO


Salah però la decisione sembrava averla presa già da tanto, infatti nell’ultima partita contro il Chievo è andato a salutare i tifosi Viola, come se fosse un addio. In questo caso purtroppo la bella storia tra il tifo viola e Mohamed Salah non è stata prolungata, una storia d’amore troppo bella per poter resistere al calcio attuale, fatto di delusioni, procuratori e malefatte.

Chissà se il buon Mohamed sarebbe voluto restare a Firenze ed essere coccolato da delle persone che anche se per poco l’hanno tanto amato.


[mom_video type=”youtube” id=”089jaAnu7JE” width=”586″ height=”333″]


Fiorentina vs Salah – Salah saluta i tifosi viola

 

Tags

Ale Wonder

Salve a tutti, mi chiamo Alessandro Aru e sono il fondatore/CEO di questo web magazine. Mi occupo di digital marketing, web-social & music, seo & music manager. Sono appassionato di cinema, buon cibo, storia, natura, Fiorentina ed arte in generale. Sono critico ma razionale. ;D un saluto...Ale!

Ti Potrebbe Interessare

Commenta L'Articolo

Close