Calcio

Inter Juventus 2015: sfida cruciale per la corsa e rincorsa scudetto

Inter Juventus 2015 - Una foto con Allegri e ManciniDomenica 18 ottobre 2015 è una di quelle date  da evidenziare in rosso sul calendario. Sarà la notte di Inter Juventus, sfida dal grande fascino mai banale e dai mille motivi di interesse. Innanzitutto si affronteranno due squadre acerrime nemiche dentro e fuori dal campo da Calciopoli in poi, sarà inoltre sfida incrociata tra ex che vorranno ben figurare, Hernanes neo bianconero che se avrà l’occasione vorrà regalare un sorriso amaro ai suoi ex compagni di squadra e dall’altra parte c’è Felipe Melo, ex bianconero mai rimpianto che vorrà riscattarsi dai fischi subiti nel suo periodo di permanenza sotto la “Mole”. Ma i motivi di spunto sono altri, sarà un big match che testerà le reali ambizioni di entrambe le compagini. L’Inter dopo la sconfitta rimediata in casa contro la Fiorentina e il pareggio esterno al cospetto della Samp, vorrà tornare al successo per proseguire la sua marcia verso il primo posto in classifica e mettere fiato sul collo ai viola, attuali leader della serie A. La Vecchia Signora dal canto suo, non potrà permettersi di perdere ulteriore terreno per risalire la china. Un’altra sconfitta condannerebbe la squadra di Max Allegri a restare fuori dai giochi per ciò che concerne il tricolore, quindi ci aspettiamo una Juventus compatta e coriacea che vorrà dare filo da torcere ai nerazzurri per non perdere l’ultimo treno utile per restare in corsa.

Da Appiano Gentile, quartier generale dell’Inter giungono notizie confortanti per Roberto Mancini che nella giornata odierna potrà riabbracciare i calciatori sudamericani che torneranno a disposizione dopo gli impegni con le loro rispettive nazionali. In ottica formazione sono ancora tanti i dubbi da sciogliere ma filtra ottimismo per ciò che riguarda Miranda. Il difensore brasiliano ha disputato le gare di qualificazione mondiale con la nazionale verdeoro ed è abile e arruolabile al centro della difesa con Murillo. Sulla fascia di sinistra molto probabilmente il Mancio farà riposare Telles, fino ad ora impiegato in molte gare dei nerazzurri, per dare spazio a Juan Jesus. A centrocampo, il terzetto dovrebbe essere composto da Medel che tornerebbe sulla linea mediana assieme a Felipe Melo e Guarin. Kondogbia reduce da un problema alla caviglia rimediata nell’ultima di campionato a “Marassi” potrebbe accomodarsi, almeno inizialmente, in panchina. In attacco oltre ad Icardi, vera bestia nera della difesa juventina, agiranno a supporto Perisic (in goal con la nazionale croata) e Jovetic che dopo aver lasciato anzitempo il ritiro con il Montenegro per far ritorno ad Appiano Gentile, appare aver superato brillantemente i problemi alla schiena che lo attanagliavano e sarà pronto a dare il suo contributo per la causa nerazzurra.

Anche a Vinovo serpeggia ottimismo in vista della gara di cartello contro l’Inter. Allegri avrà a disposizione quasi tutta la rosa, eccezion fatta per Lichtsteiner fermo ai box a seguito dell’intervento al cuore e Caceres messo ko da uno scontro di gioco proprio da Cuadrado in occasione della gara di qualificazione tra Colombia ed Uruguay. Pogba e Morata rientrati anticipatamente dalle convocazioni con Francia e Spagna sono al servizio del tecnico livornese e ora dopo ora salgono le quotazioni di vederli in campo dal primo minuto. Il francese pare abbia superato brillantemente il problema alla caviglia mentre Morata dopo il grande spavento per il trauma rimediato al perone durante il match tra Spagna e Lussemburgo, sta lavorando in gruppo per farsi trovare pronto contro l’Inter. Inoltre Allegri potrà per la prima volta in stagione, schierare contemporaneamente i suoi uomini migliori del centrocampo, ovvero sia: Pogba, Khedira e Marchisio, quest’ultimo rientrato in pianta stabile a lavorare con i suoi compagni.

Mancano tre giorni al grande evento, “San Siro” nelle vesti di scala del calcio ospiterà un match attesissimo, combattutissimo che di sicuro lascerà strascichi anche dopo il novantesimo. Le ore che scandiscono il count down sembrano ribadire con fermezza che Inter-Juve nonostante avvenga all’ottava giornata di campionato è già decisiva per misurare la caratura di due corazzate dagli obiettivi ambiziosi e vincenti.

Tags

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Commenta L'Articolo

Close
Close