Calcio

Sfida di qualità al “San Paolo”, Napoli-Fiorentina per stupire ancora

 

Il momento tanto atteso sta per arrivare. Domenica pomeriggio alle ore 15:00, il “San Paolo”sarà teatro del big match tra Napoli e Fiorentina, due squadre tra le migliori sorprese di questo inizio di campionato. Si affronteranno compagini che stanno deliziando la platea con un gioco organizzato, propositivo e molto interessante. Sarà l’incrocio fra due tecnici dalle sopraffine qualità. Da una parte Sarri, giunto in sordina e diffidenza e che ora, grazie al suo lavoro capillare e quotidiano, sta portando in alto i partenopei. Dall’altra, Paulo Sousa, tecnico vincente all’estero ed incognita in Italia. Così si presentò nel giugno scorso, in una piazza, quella di Firenze, che non lo amò subito, colpa del suo passato calcistico tra le fila della Juventus. Ed invece ora il lusitano con il suo calcio moderno, attento in difesa e arrembante in attacco sta portando in alto i gigliati, così su, che ad oggi i viola sono in testa alla classifica di serie A con diciotto punti all’attivo frutto di sei vittorie su sette gare.

Domenica il “San Paolo” certificherà le ambizioni di vetta di entrambe i club. Il Napoli è reduce dalla vittoria entusiasmante di “San Siro” contro il Milan di due settimane fa, un successo che mise in mostra la compattezza di una squadra in salute e la verve impressionante del gioiello di casa : Lorenzo Insigne. Proprio per ciò che riguarda il numero ventiquattro azzurro, le condizioni di salute sono buone, il problema al ginocchio che lo aveva costretto ad abbandonare anzitempo il ritiro con la nazionale è oramai alle spalle ed è pronto ad impensierire i viola. In ottica formazione, Sarri certamente confermerà l’undici che ha espugnato Milano con l’inedito ed efficace “4-3-3” con Reina tra i pali, linea difensiva composta da Albiol e Koulibaly centrali ed esterni Hysaj e Ghoulam. A centrocampo agiranno Allan, Jorginho ed Hamsik mentre in avanti spazio al trio delle meraviglie Insigne, Higuain, Callejon. In settimane sono giunte parole di entusiasmo all’interno del clan partenopeo, il difensore senegalese Koulibaly ha espresso il desiderio di voler disputare la Champions con la maglia del Napoli, segno di un gruppo che vuole sognare in grande.

L’unica grana che serpeggia in casa azzurra è la diatriba per quanto riguarda lo stadio tra il presidente De Laurentiis e il sindaco De Magistris, una querelle che concerne la locazione dell’impianto “San Paolo” di proprietà ancora del comune di Napoli mentre invece il numero uno azzurro vorrebbe effettuare un sontuoso investimento per farlo proprio.

In casa Fiorentina invece il dubbio riguardante Kalinic tornato con un affaticamento dagli impegni con la nazionale croata non sembra preoccupare più di tanto Paulo Sousa che sembra volerlo riconfermare in attacco. Non è comunque da escludere un impiego a sorpresa di Giuseppe Rossi che oramai ristabilito scalpita in panchina. Il tecnico lusitano molto probabilmente opterà per il “3-4-2-1” con Blaszczykowski sulla corsia di destra a centrocampo, Badelj centrale di centrocampo affianco a Vecino e Marcos Alonso fresco di rinnovo contrattuale sull’out di sinistra. Borja Valero perno insostituibile nello scacchiere tattico agirà accanto ad Ilicic per supportare l’unica punta, per l’appunto l’ex Dnipro Kalinic.

Napoli spera, Firenze sogna, domenica entrambe si troveranno dinnanzi ad un bivio. I partenopei vorranno proseguire la striscia di risultati utili consecutivi per mirare la vetta della classifica, i viola tenteranno il colpaccio per continuare a volare. Mille spunti di interesse, tanti motivi per definire questo match di cartello. Higuain da una parte, Borja Valero dall’altra, il braccio di ferro è appena iniziato.

 

Tags

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Commenta L'Articolo

Close
Close