Calcio

La crisi di Dzeko alla Roma forse si poteva prevenire.

Edin Dzeko non sta attraversando un buon momento in maglia giallorossa, l’ultima partita ha rimediato un’espulsione dopo aver urlato qualche imprecazione all’indirizzo dell’arbitro e poi i pochissimi goal segnati in campionato hanno fatto il resto, solamente 3. Un bottino che dire magro è poco per un giocatore che è stato pagato sui 20 milioni dalla dirigenza della Roma.

Senza di lui la Roma non ha fatto male, dando al gioco meno imprevedibilità e più velocità con Gervinho come falso nove. Avere un attaccante ed un punto di riferimento da marcare diventa a volte più semplice per i difensori, soprattutto se questa punta non sta attraversando un buon periodo di forma.

Ma perché si poteva prevenire? Lo scorso campionato sembra lo specchio di quello attuale, solo 4 goal in Premier League in 22 presenze e 931 minuti giocati. Quest’anno addirittura è riuscito a fare peggio, con 3 goal per 1174 minuti giocati, un goal ogni 391 minuti, che sono medie goal da difensore. Forse usare i soldi per un altro giocatore sarebbe stato meglio, considerando che Dzeko prende tantissimo anche di ingaggio.

Dzeko compirà 30 anni a giugno e forse ha sbagliato nello scegliere il campionato italiano, dove le difese sono molto tattiche e ti concedono poco spazio. Staremo a vedere se tornerà ai fasti di un tempo e cioè quando segnava un goal ogni 120 minuti.

 

Tags

Ale Wonder

Salve a tutti, mi chiamo Alessandro Aru e sono il fondatore/CEO di questo web magazine. Mi occupo di digital marketing, web-social & music, seo & music manager. Sono appassionato di cinema, buon cibo, storia, natura, Fiorentina ed arte in generale. Sono critico ma razionale. ;D un saluto...Ale!

Ti Potrebbe Interessare

Commenta L'Articolo

Close
Close