Calcio

Salta la panchina rossonera: Mihajlovic esonerato e Brocchi promosso al suo posto.

 

Milan esonera Mihajlovic

E’ giunta alla fine la telenovela di Mihajlovic, è ufficiale il suo esonero. Non è bastata la conquista della finale di Coppa Italia e il sesto posto attuale per continuare ad allenare a Milanello. Sono state le parole di Galliani, che con una telefonata e poi un comunicato ufficiale, hanno deposto il serbo dal suo incarico. Era risaputo che il tecnico non piaceva al numero uno rossonero.

Lascia la società anche lo staff di Sinisa, ad eccezione del preparatore dei portieri Alfredo Magni. Brocchi sarà il traghettatore fino a fine campionato, promosso dalla primavera come era già accaduto con lo sfortunato Inzaghi. La decisone di cambiare allenatore è stata presente fin dall’inizio della stagione, sono circolati vari nomi, ma il serbo ha continuato a fare il suo lavoro portando una certa stabilità e compattezza all’interno dello spogliatoio, o almeno così sembrava.

Qualcosa è accaduto la squadra non era più unita, come dimostrano le dichiarazioni rivolte ad alcuni giocatori responsabili del poco impegno. La sua ultima partita è stata una delle migliori prestazioni di stagione nonostante la sconfitta per 2­1 a Milano contro l’irriducibile armata bianconera, con Buffon protagonista con ottime parate che hanno difeso la vittoria.

Si è chiusa nel peggiore dei modi l’era di Mihajlovic. La promessa fatta poco tempo fa, che prevedeva la conferma se fosse riuscito a vincere la Coppa Italia non si è rivelata essere l’ancora di salvezza, anzi è risultata essere fumo negli occhi. Resta il rammarico per l’ennesimo cambio di allenatore negli ultimi tre anni, dopo Allegri nessuno è ancora riuscito a convincere la dirigenza, forse i problemi non sono nel pilota ma nella macchina.

Tags

Wonder Channel Redazione

Siamo la redazione del magazine Wonder Channel, stacanovisti per passione. Siamo gli editori del magazine.

Ti Potrebbe Interessare

Commenta L'Articolo

Close
Close