Salute

La flora batterica, si sa, è molto importante per il nostro organismo e ne va della nostra salute.

LA SALUTE DIPENDE DAI BATTERI INTESTINALI

Da tempo si sa che la flora batterica presente nel nostro intestino è molto importante per la salute. Ad esempio, è stato scoperto che una popolazione “sbagliata” di batteri può favorire l’obesità, anche con una dieta corretta. Ormai da anni si è quindi cercato di capire cosa all’interno delle popolazioni batteriche determina una caratteristica piuttosto che l’altra e ci si è così concentrati sul microbioma, ovvero l’insieme del materiale genetico dei batteri presenti nell’intestino, al punto che esistono progetti dedicato solo a questo. Adesso, una nuova scoperta, fatta da un team di ricercatori del J. Craig Venter Institute californiano, pubblicata e descritta sulla rivista “Cell Reports” dimostra che il microbioma dipende da alimentazione e stili di vita.

I primi risultati concreti, frutto di queste scoperte, stanno già arrivando: la progettazione di farmaci sintetizzati grazie all’analisi proprio del Dna dei batteri che sono ospitati dall’intestino umano è uno di questi. Per un utilizzo più efficace di queste informazioni, i ricercatori stanno studiando come il microbioma cambia in base agli stili di vita degli esseri umani. Nel nuovo studio, descritto su LeScienze.it, si è apporofondita proprio questa relazione su una popolazione centrafricana cacciatrice-raccoglitrice, i pigmei BaAka, che non ha subito influenze dal mondo moderno. Dal confronto con un’altra popolazione locale (i Bantu), agricoltori che vivono in società leggermente più evolute e che utilizzano anche farmaci e antibiotici, si è scoperto che questi ultimi hanno una varietà di popolazioni microbiche nell’intestino a metà strada tra quella dei paesi occidentali e quella dei cacciatori-raccoglitori. I risultati, ottenuti su campioni fecali di qualche decina di individui delle due popolazioni, mostrano che i batteri sono simili, ma quelli “tradizionali” sono inferiori nei Bantu.

Questo è in accordo col fatto che la varietà dei batteri negli intestini di abitanti del mondo industrializzato sia decisamente minore e più in generale dimostra che il microbioma è determinato pesantemente dall’alimentazione e più generale dallo stile di vita. Questa ricerca è fondamentale, perché se il microbioma riflette lo stile di vita, una sua analisi può darci informazioni sul nostro stato di salute, le nostre suscettibilità e si può anche pensare di intervenire in maniera specifica per migliorare la salute stessa.

Francesca Capitelli

Mi chiamo Francesca Capitelli e sono nata a Santa Maria Capua Vetere il 05/07/1991. Ho sempre amato scrivere ed infatti ho collaborato con vari Blog e giornali, tra quali quello della scuola.

Ti Potrebbe Interessare

Commenta L'Articolo

Close
Close