CinemaMusica

E’ morto David Cassidy. Aveva 67 anni

L’attore e cantante – è diventato un idolo pop dei teenager negli anni ’70 – era stato ricoverato in ospedale la scorsa settimana

David Cassidy è morto, all’età di 67 anni.

Cassidy, che ha trovato fama nella sitcom degli anni ’70, in The Partridge Family nel suo ruolo di Keith Partridge, è stato ricoverato in ospedale la settimana scorsa dopo aver sofferto di insufficienza renale.

La sua famiglia ha confermato la sua morte la scorsa notte (21 novembre), scrivendo in una dichiarazione:

“David è morto circondato da coloro che amava, con gioia nel suo cuore e libero dal dolore che lo aveva attanagliato per così tanto tempo.”

Affetto da una forma di demenza degenerativa, che gli era stata diagnosticata a gennaio, Cassidy era stato ricoverato il 13 novembre scorso in seguito a un’insufficienza renale. Posto in un primo momento in stato di coma indotto dai medici, Cassidy era tornato cosciente.

Col passare dei giorni però le sue condizioni erano peggiorate fino al collasso di reni e fegato che hanno reso vano ogni tentativo di salvargli la vita.

Suo nipote, Jack, ha voluto rendere omaggio a suo zio nel seguente tweet.

Mio zio David Cassidy è purtroppo scomparso stanotte… e nel processo di lutto non posso fare a meno di ringraziare Dio per la gioia che ha portato a milioni di persone! Non penso di essere solo a dire che ci mancherà.

Cassidy divenne famoso nel suo ruolo in The Partridge Family, che andò in onda dal 1970 al 1974. La sitcom – che vide Cassidy interpretare Keith Partridge, membro di una famiglia che formò un gruppo rock and roll – lanciò anche la sua successiva carriera pop, che ha visto l’uscita di numerosi album e singoli di successo.

Il suo terzo album, ‘Dreams Are Nuthin’ More Than Wishes ‘, ha ottenuto il primo posto nel Regno Unito nel 1973, e avrebbe continuato a vendere oltre 30 milioni di dischi in tutto il mondo.

Serena Costantino

Serena di nome e di fatto? Ci provo... Grande sognatrice, chi mi conosce lo sa; sono attratta da tutto ciò che supera il limite della superficialità. Vivo di musica da quando avevo 7 anni, alternandomi tra pianoforte e canto (ma se potessi suonerei tutti gli strumenti), studio lingue, amo leggere, scrivere, il cinema, la famiglia, la cucina e tanto tanto altro!

Ti Potrebbe Interessare

Commenta L'Articolo

Close