Calcio

Tutto sulla giornata di Champions League del 5 dicembre | Come si sono chiusi i gironi?

PSG prima nel girone. Semaforo verde anche per Manchester United e Basilea

Il martedì di Champions lascia in eredità le prime otto squadre ad accedere agli ottavi di finale. Come ben noto passano il girone Paris Saint Germain, Barcellona come prime della classe, a cui si aggiungono Roma e Manchester United. Bayern Monaco, Juventus, Chelsea e Basilea completano il quadro. Stride l’eliminazione dell’Atletico Madrid, semifinalista nella scorsa edizione, ed ora retrocessa in Europa League. Chiude a zero punti, invece, il Benfica, nel girone A, congedandosi in maniera indecorosa dalla fase a gironi della massima competizione europea.

Nel gruppo C detto del trionfo della Roma per 1-0 ai danni del Qarabag, a Stamford Bridge Chelsea ed Atletico Madrid impattano 1-1. All’iniziale vantaggio dei colchoneros, griffato da Saul al 56’, risponde con una sfortunata autorete, Savic, al 75’, su tiro-cross dalla sinistra di Hazard. Roma e i Blues entrambi a quota undici, ma con i giallorossi avanti negli scontri diretti, accedono agli ottavi di finale, terzo l’Atletico Madrid a quota sette va in Europa League, ultimo il Qarabag con due punti all’attivo.

Nel gruppo D la Juventus espugna il Karaiskakis Stadium, travolgendo l’Olympiacos per 0-2, mentre il Barcellona non fa sconti e rifila un 2-0 allo Sporting Lisbona. Il match del Camp Nou si sblocca nella ripresa, al 59’, quando Alcacer capitalizza in goal un assist di Denis Suarez. Al 91’ è sempre il numero sei blaugrana a propiziare l’autorete dell’ex difensore del Barca, Mathieu. I catalani chiudono al primo posto con quattordici punti, segue la Juve a undici, terzo lo Sporting Lisbona a quota sette, fanalino di coda l’Olympiacos a uno.

Nel gruppo B il Bayern Monaco non riesce nell’impresa di acciuffare il primo posto. I bavaresi avrebbero dovuto vincere con quattro goal di scarto contro i parigini, ma la sfida dell’Allianz Arena termina solo 3-1 per i tedeschi. Ad aprire le danze ci pensa Lewandowski, all’ 8’, abile nello spedire in rete un passaggio invitante, all’interno dell’area, di Coman. Il raddoppio lo firma Tolisso, al 37’, di testa, su cross di James Rodriguez. Nella ripresa i francesi accorciano le distanze con Mbappé, al 50’, perfetto nel tramutare in goal un passaggio vincente di Cavani, ma al 69’ sono di nuovo i padroni di casa ad esultare, quando Tolisso, al 69’, spedisce in rete un comodo assist di Coman. Al Celtic Park, invece, l’Anderlecht si congeda nel miglior modo possibile da questa nefasta partecipazione in Champions, superando per 0-1 i padroni di casa biancoverdi. Il goal che decide il match è figlio di un’autorete siglata da Simunovic, al 62’, che di testa spedisce nella propria porta un cross dalla destra di Appiah.  Paris Saint Germain e Bayern Monaco chiudono entrambe a quindici punti ma la banda di Emery acciuffa il primo posto grazie al miglior score scaturito dagli scontri diretti. Mentre il Celtic con tre punti, al pari dell’Anderlecht, ma anche in questo caso in vantaggio nei duelli incrociati, approda in Europa League.

Gli ultimi novanta minuti sono stati decisivi per decretare chi superasse il turno nel gruppo A. Sorridono Manchester United e Basilea. I Red Devils, seppur con un po’ d’affanno, hanno la meglio sul CSKA Mosca. Eppure a passare in vantaggio sono gli ospiti, al 45’, con Vitinho che spedisce in rete un assist di Fernandes. Nella ripresa, nel giro di due minuti, la banda di Mourinho compie il sospirato sorpasso. Al 64’ Lukaku approfitta di un passaggio filtrante di Pogba per andare in goal, mentre al 66’Rashford su invito di Mata non lascia scampo ad Akinfeev. A Lisbona, invece, il Basilea non effettua passi falsi, surclassando il Benfica 0-2. Al 5’ Elyounoussi, di testa, capitalizza al meglio un assist dalla destra di Lang, mentre nella ripresa, al 65’, dagli sviluppi di un calcio di punizione, è Oberlin, sempre con un’inzuccata, su sponda di Akanji, a mandare la palla alle spalle di Svilar. Lo United chiude in vetta a quota quindici, secondo il Basilea a dodici, terzo il CSKA Mosca a nove, fanalino di coda il Benfica con zero punti all’attivo.

 

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de’ Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e’ la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close