Calcio

Juventus – Torino | Prob. Formazioni & dichiarazioni di Allegri e Mihajlovic

Derby della Mole con vista semifinale di Coppa Italia

Grande sfida questa sera all’Allianz Stadium: andrà in scena il derby della Mole tra Juventus e Torino, gara valida per i quarti di finale di Coppa Italia. La vincente affronterà l’Atalanta in una doppia semifinale, in programma il 31 gennaio e il 28 febbraio.  I bianconeri sono giunti a quest’appuntamento dopo aver superato nel turno precedente il Genoa, mentre i granata hanno eliminato il Carpi e agli ottavi hanno compiuto uno straordinario colpo esterno, mettendo ko la Roma all’Olimpico. In campionato, invece, l’andamento delle due squadre è alquanto differente: la Vecchia Signora è seconda in classifica con quarantasette punti all’attivo ed è reduce da sei risultati utili consecutivi, frutto di cinque successi ed un solo pareggio.

Il Toro, invece, occupa la decima piazza a quota venticinque, e lo 0-0 rimediato con il Genoa, rappresenta il decimo pareggio su diciannove gare disputate, il quinto tra le proprie mura amiche. In A l’ultimo confronto tra i bianconeri e i granata, avvenuto lo scorso 23 settembre, si concluse con il punteggio di 4-0 a favore di Dybala e compagni, medesimo risultato materializzatosi nell’ultimo precedente andato in scena in Coppa Italia, in quel caso si trattava degli ottavi di finale dell’edizione 2015/2016 e i bianconeri si imposero, anche lì, per 4-0. Nel frattempo, in attesa di lasciare la parola al campo, nella giornata di ieri sia Allegri che Mihajlovic non si sono sottratti dal rispondere alle domande dei giornalisti presenti in sala stampa.

Queste le dichiarazioni principali da parte del tecnico bianconero: “Non sottovaluteremo la partita perché è un derby. La Coppa Italia è uno nostro obiettivo e vogliamo vincere. Farò dei cambiamenti, ma non eccessivamente. Centrocampo a tre con Marchisio? Valuterò dopo l’allenamento, ma di sicuro non possiamo permetterci di giocare come abbiamo fatto a Verona. Dopo la sosta arriverà un momento importante fino alla settima giornata dove non dovremo perdere terreno con il Napoli o cercare di superarlo. Poi dall’ottava in poi si deciderà il campionato. Secondo Buffon sei sottovalutato: meriteresti più complimenti? Non vivo di calcio 24 ore su 24, finché mi diverto alleno. Dei complimenti non mi interessa, ma ringrazio Buffon per le belle parole. I miei risultati sono arrivati grazie ai campioni che ho allenato, mi ritengo fortunato ad aver allenato grandissimi campioni e uomini di spessore. Questo fa la differenza. Quanto è importante la Coppa Italia in chiave Champions nella gestione del gruppo? E’ importante in quanto tale e vogliamo andare in finale. Contro il Torino sarà difficile perché hanno voglia di rivalsa e per loro domani è un obiettivo per arrivare all’Europa. Fisicamente stiamo bene, faremo cinque giorni di sacrifici e poi andremo in vacanza”.

Dall’altra sponda, invece, queste le affermazioni di Mihajovic  alla vigilia dell’accesissima sfida con la Juventus: “Rispetto alla partita di sabato contro il Genoa abbiamo in più Baselli, che in campionato era squalificato. Degli altri indisponibili non recupera nessuno,  pertanto in difesa e in attacco le mie scelte sono obbligate. Sono comunque sicuro che chi giocherà sarà all’altezza della situazione. Niang? Ha fatto bene contro il Genoa, ha mostrato l’atteggiamento giusto, ha disputato un’ottima partita e ha fatto tutto bene, gli è mancato solo il gol. La nostra sfortuna fino ad ora è stata quella di non aver mai a disposizione tutti e tre i nostri attaccanti. Come ho detto sabato, quando potremo contare sul pieno apporto di Ljajic, Belotti e Niang il nostro rendimento migliorerà. Un messaggio per i tifosi del Toro? Vogliamo fare una partita da Toro. Ci metteremo la nostra voglia, il nostro carattere. Loro sono più forti, lo sappiamo, ma è una partita secca e in questo tipo di sfide possiamo fare bene contro chiunque”.

Spostando l’attenzione sulle probabili formazioni, Allegri è alle prese ancora con svariati dubbi, a tal punto che ipotizziamo uno schieramento basato sul 4-3-2-1 con Szczesny in porta, Sturaro esterno destro di difesa, sul fronte opposto Asamoah, centralmente spazio al duo Rugani-Chiellini. Sulla mediana fiducia a Marchisio, Bentancur e Matuidi, mentre sulla trequarti Dybala e Douglas Costa saranno chiamati al compito di innescare la punta centrale Higuain. Mihajlovic, invece, dovrebbe affidarsi al 4-3-3 con Milinkovic-Savic tra i pali, De Silvestri e Molinaro lungo le fasce, N’Koulou e Moretti coppia centrale di difesa. A centrocampo agiranno Rincon, Valdifiori e Baselli, mentre il tridente avanzato sarà composto da Iago e Berenguer ai lati di Niang punta centrale. L’arbitro designato per dirigere il match è il signor Daniele Doveri della sezione di Roma.

 

Tags

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Commenta L'Articolo

Close