Animazione

Coco | Recensione, Trailer e Trama del film Disney Pixar

Scheda del Film:

Titolo: Coco
Genere: Animazione;
Cast di voci: Anthony Gonzalez: Miguel; Gael García Bernal: Hector; Benjamin Bratt: Ernesto de la Cruz; Renee Victor: Abuelita; Ana Ofelia Murguia: Mamá Coco; Edward James Olmos: Chicharrón; Jaime Camil: Papà; Sofia Espinosa: Mamá; Luis Valdez: Tio Berto; Lombardo Boyar: Plaza Mariachi; Alanna Ubach: Mamma Imelda; Selene Luna: Tia Rosita; Alfonso Arau: Papà Julio; Herbet Siguenza: Tio Felipe; Taylor Cooper: Tio Oscar; Carla Medina: Tia Victoria; Octavio Solis: Agente di arrivo; Gabriel Iglesias: Archivista; Cheech Marin: Ufficiale di correzione; Blanca Araceli: Emcee; Natalia Cordova-Buckley: Frida Kahlo; Denise Blasor: Ceci; Daniella Garcia Lorido: Abitante della Terra dell’Aldilà; John Ratzenberger: Juan Ortodoncia;
Regia: Lee Unkrich;
Sceneggiatura: Adrian Molina, Matthew Aldrich;
Anno: 2017
Durata: 109 minuti;

Valutazione

Voto - 9

9

Meraviglioso

La storia di Miguel, dodicenne messicano innamorato della musica, e del suo avventuroso viaggio alla ricerca dei propri antenati.

User Rating: 4.8 ( 2 votes)

Recensione del film Coco

La Disney Pixar sforna un altro bellissimo film, bello per il tema trattato, per il modo in cui la storia viene narrata e per il risultato finale, sotto tutti gli aspetti, tecnici e non. “Coco” è un film che vale davvero la pena vedere, perché sa divertire e commuovere con una storia avventurosa ma fortemente emotiva, ed è sicuramente adatto ai piccoli, ma anche agli adulti. In più, se amate il Messico e la cultura messicana, “Coco” saprà soddisfarvi per l’uso impeccabile che ha fatto, nella trama, di usanze e tradizioni. Infine, nel modo più bello possibile, il film “Coco” sa parlare della morte in modo delicato e assolutamente positivo: finché c’è il ricordo di chi ha vissuto con noi, non si muore mai davvero.

La trama di “Coco”

La storia di “Coco” parla di Miguel, dodicenne innamorato della musica e della sua chitarra, che suona in grandissimo segreto. Il suo problema, infatti, è che nella sua famiglia la musica è bandita da generazioni, più precisamente da quando il capostipite abbandonò sua moglie e sua figlia Coco (dal nome di lei il titolo) per inseguire la fama cantando e suonando.

Nel presente di Miguel, Coco è ormai la sua anzianissima bisnonna. La madre di Coco, una volta lasciata sola dal marito, mise su un calzaturificio, unica e più importante attività di tutta la famiglia, di generazione in generazione. Miguel però non ne vuole sapere di scarpe, e nel suo cuore coltiva il sogno di poter far musica, così come il tuo trisavolo. Contrastato da tutti, in particolare dalla nonna, il ragazzino si reca al cimitero, nel Dias de los Muertos (il Giorno dei Morti) per poter suonare la chitarra del suo defunto trisavolo, ma questo lo catapulterà improvvisamente nel mondo dei morti.

La vera avventura di Miguel inizia qui, dove saprà emozionarvi, commuovervi e sorprendervi con interessanti colpi di scena. Nonostante la semplicità della storia, in “Coco” l’armonia è davvero perfetta.

Scena dal film Coco
Scena dal film Coco

Le tradizioni del Messico e il rapporto con i defunti

Non si poteva scegliere ambientazione migliore per poter parlare di un tema così delicato e importante come quello della morte e della perdita dei propri cari. In Messico, il giorno dedicato ai morti, infatti, è una delle festività più importanti e sentite. Nel Dias de los Muertos, però, non c’è niente di triste o di macabro: nella tradizione messicana, nel Giorno dei Morti, i propri cari hanno la possibilità di tornare nel mondo dei vivi per rivedere i propri cari. Niente di spaventoso, soltanto un momento importante, che riunisce le famiglie e rallegra i cuori.

Tutto questo viene brillantemente raccontato del film “Coco”; la festa del Giorno dei Morti, i colori, le luci e le musiche che accompagnano questo momento, e poi ancora un mondo dei morti colorato, luminoso, dove l’unico rischio che si corre davvero è quello di essere dimenticati da chi ci ha conosciuti in vita.

Un film più che consigliato. Un’emozione unica che vi renderà immensamente più ricchi.

Doppiaggio Italiano

Luca Tesei: Miguel (dialoghi)
Simone Iuè: Miguel (canto)
Emiliano Coltorti: Hector
Fabrizio Russotto: Ernesto de la Cruz
Doriana Chierici: Abuelita
Mara Maionchi: Mamá Coco
Saverio Moriones: Chicharrón
Mauro Gravina: Papà
Valentina Lodovini: Mamá
Gianluca Machelli: Tio Berto
Luigi Rosa: Plaza Mariachi
Franca D’Amato: Mamma Imelda
Lorenza Biella: Tia Rosita
Carlo Reali: Papà Julio
Oliviero Dinelli: Tio Felipe
Matilda De Angelis: Tia Victoria
Fabrizio Dolce: Agente di arrivo
Enrico Pallini: Archivista
Roberto Fidecaro: Ufficiale di correzione
Stella Musy: Emcee
Laura Boccanera: Frida Kahlo
Renato Cecchetto: Juan Ortodoncia

Tags

Valentina Addesso

Amo vivere e scrivere per il cinema, la musica e le serie tv. Scrivere è per me un bisogno primario, come leggere, viaggiare e circondarmi di gatti.

Ti Potrebbe Interessare

Commenta L'Articolo

Close