Il Milan affronta il Benevento con l’obiettivo di ipotecare l’accesso in Europa League

Nell’anticipo serale valevole per la trentaquattresima giornata di serie A, fari puntati su San Siro, dove il Milan sarà chiamato a conquistare l’intera posta in palio al cospetto del Benevento.

I rossoneri giungono a quest’appuntamento da sesti della classe a quota cinquantaquattro, due punti avanti all’Atalanta appaiata al settimo posto e tre rispetto al duo Sampdoria-Fiorentina. Il “diavolo” è reduce da quattro pareggi di fila, evento che non accadeva dal 1994 e l’ultima vittoria casalinga risale al 18 marzo scorso in occasione del 3-2 inflitto al Chievo.

I sanniti, invece, sono ad un passo dalla matematica retrocessione in serie B. I giallorossi guidati da Roberto De Zerbi sono ultimi in classifica con quattordici punti all’attivo. Peggior difesa del torneo con settantotto gol al passivo, il Benevento è reduce dalla sconfitta casalinga subita ad opera dell’Atalanta, mentre lontano dal “Ciro Vigorito”, in questa stagione ha collezionato un solo pareggio, in casa del Sassuolo, e ben quindici ko. Numeri che non lasciano adito a speranze per quanto riguarda la compagine campana, ma nonostante ciò, il tecnico rossonero, Gennaro Gattuso, durante la conferenza stampa della vigilia, ha ribadito di tenere alta l’attenzione e di non sottovalutare l’avversario, onde evitare sgradite sorprese.

Questo un estratto delle parole pronunciate dall’allenatore calabrese: “Il Benevento è una squadra con poco da perdere e che vuole fare un buon calcio. Rischiamo di far fatica se non approcciamo nel modo giusto, per questo servirà furore e moltissima voglia. E’ l’Atalanta la vera rivale per l’Europa League? Ci sono anche Fiorentina e Sampdoria, noi dobbiamo badare a noi stessi senza dimenticare da cosa siamo partiti nei mesi scorsi. Non vinciamo da un mese, ma posso dire che vedo una squadra viva. C’è qualche calciatore stanco, ma penso che sia normale a questo punto della stagione. Può essere il momento di sperimentare le due punte? E’ una questione di equilibrio e io non voglio subire il gioco degli avversari, ma voglio trasmettere una sensazione di solidità. Siamo dietro soltanto a Juventus e Napoli quanto a cross e tiri in porta. Non si può dare soltanto la colpa agli attaccanti e comunque abbiamo segnato con tanti giocatori diversi. C’è la possibilità che il mercato sia condizionato alle uscite? Non mi risulta che sia così, comunque di queste cose parlano Fassone e Mirabelli. Dal punto di vista societario non ci manca nulla, non morirà nessuno di fame. E lo dico da persona che vive questo ambiente. Che idea ha di De Zerbi? Ci siamo affrontati in serie C, ha grandi e ottime idee, a me piace molto perché è un allenatore molto preparato. Molto meglio arrivare sesti, in modo da evitare i preliminari”.

Spostando l’attenzione sulle probabili formazioni, Gattuso dovrebbe fare affidamento su un inedito 4-4-2 con Donnarumma in porta, Calabria a destra e Ricardo Rodriguez a sinistra. La coppia centrale di difesa sarà composta da Zapata e Bonucci. La mediana sarà presidiata da Kessie e Biglia, mentre sugli esterni spazio a Borini e Bonaventura. In attacco il tandem sarà composto da Cutrone e André Silva. De Zerbi, invece, dovrebbe rispondere con un modulo speculare, affidandosi a Puggioni in porta, Sagna e Letizia esterni di difesa. Centralmente agirà il duo Djimsiti-Tosca. A centrocampo Viola e Sandro presidieranno la mediana, mentre sulle fasce fiducia a Djuricic e Brignola. In attacco tandem formato da Diabaté, autore di sei gol nelle ultime quattro apparizioni, e Iemmello. L’arbitro designato per dirigere la sfida di San Siro è il signor Maurizio Mariani della sezione di Aprilia.

 

Tags
Mostrami di più

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close