La Fiorentina in cerca di punti per accedere in Europa League nel 2018

L’anticipo delle ore 18 valevole per la trentaquattresima giornata di serie A, metterà di fronte Sassuolo e Fiorentina.

Gli emiliani giungono a quest’appuntamento forti di una posizione tranquilla di classifica, in quanto tredicesimi a quota trentaquattro, distanti sei punti dal Crotone terzultimo. I neroverdi sono reduci da sette risultati utili consecutivi, frutto di due vittorie e cinque pareggi. L’ultimo ko subito risale al match casalingo contro la Lazio del 25 febbraio scorso, mentre l’ultimo sorriso al “Mapei Stadium” è datato 23 dicembre 2017 quando fu l’Inter a crollare in Emilia grazie ad un gol di Falcinelli, ora in forza proprio alla Fiorentina.

La Viola, invece, è nona in classifica con cinquantuno punti all’attivo, a pari merito con la Sampdoria e distante tre lunghezze dal Milan sesto. La banda guidata da Stefano Pioli, quindi, è in piena corsa per conquistare un posto per la prossima edizione di Europa League. I gigliati sono reduci dal ko casalingo, subito nel turno infrasettimanale, ad opera della Lazio, mentre precedentemente erano otto i risultati utili consecutivi, trend caratterizzato da due pareggi e sei vittorie di fila. Nel frattempo, nella giornata di ieri, i due allenatori, Iachini e Pioli, hanno rilasciato interessanti dichiarazioni della vigilia.

Questo un estratto della parole pronunciate dal tecnico del Sassuolo: “Sicuramente abbiamo una partita importante ma da ognuna delle ultime cinque gare dobbiamo ricavare prestazione e risultato. Dobbiamo valutare le energie fisiche e gli undici da mandare in campo, anche se tutti hanno dimostrato di essere pronti. Se manca l’ultimo sforzo? Io delle cinque partite che mancano non ne lascerei una, dobbiamo fare più punti possibili da qui a fine campionato. Non vanno fatti calcoli, potrebbero bastare tre punti, ma forse ne serviranno cinque o due, non si può mai sapere”.

Per quanto concerne il tecnico della Viola, queste le dichiarazioni principali rilasciate alla stampa da Stefano Pioli: “I ragazzi stanno bene, ovviamente abbiamo potuto preparare poco. In questi pochi giorni è stato sicuramente più importante recuperare dalla fatica visto che abbiamo giocato l’ultima partita in dieci. Dobbiamo anche considerare che farà caldo e deciderò di far giocare chi ha più energie fisiche. Veretout? Ha solo 25 anni ed è alla prima stagione in serie A, un campionato molto più tattico rispetto a quello francese o inglese, ma sta facendo molto bene. Mancandomi Badelj lo utilizzo da regista, tuttavia rende meglio da mezzala posizione in cui può sfruttare gli inserimenti e tirare da lontano. Ha ancora grandi margini di miglioramento, è un ragazzo che si allena al massimo tutti i giorni. La Fiorentina meriterebbe di andare in Europa League? Per quanto abbiamo lavorato, per la situazione che abbiamo sofferto e la maniera in cui l’abbiamo tentata di superare, sì. La squadra sente di meritare qualcosa di importante. Daremo tutto fino alla fine. Siamo forti, dobbiamo dimostrarlo e tenere duro”.

Spostando l’attenzione sulle probabili formazioni, Iachini dovrebbe fare affidamento sul 3-5-2 con Consigli in porta, terzetto difensivo composto da Lemos, Acerbi e Peluso. Adjapong e Rogerio agiranno lungo le corsie esterne, mentre sulla mediana spazio a Mazzitelli, Magnanelli e Duncan. In attacco tandem composto dall’ex Babacar e Politano. Pioli che dovrà fare a meno di Sportiello e Pezzella, entrambi squalificati per un turno, dovrebbe schierare i suoi uomini con il 4-3-1-2: Dragowski tra i pali, Milenkovic e Vitor Hugo coppia centrale di difesa, sugli esterni fiducia a Laurini e Biraghi. Sulla mediana spazio a Benassi, Veretout e Dabo, mentre sulla trequarti Saponara avrà il compito di innescare il duo avanzato: Chiesa-Simeone. L’arbitro designato per dirigere il match del “Mapei Stadium” è il signor Massimiliano Irrati della sezione di Pistoia.

 

Tags
Mostrami di più

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close