Lazio Chievo: 5 – 1 | Cronaca Partita | Dichiarazioni Allenatori | Migliore & Peggiore

La Lazio travolge il Chievo con un roboante 5-1

Ennesima prestazione maiuscola  della Lazio di Simone Inzaghi, che si sbarazza del Chievo per 5-1, lanciando, così, un chiaro messaggio alle dirette concorrenti in corsa per la Champions League. I biancocelesti in attesa di recuperare la gara contro l’Udinese, in programma mercoledì alle 18:30, stazionano al terzo posto in classifica a quota quarantatre, a pari merito con l’Inter e a tre punti di distanza dalla Roma. Miglior attacco del torneo con cinquantatre reti realizzate, gli “aquilotti”inanellano il quinto risultato utile consecutivo, la seconda vittoria di fila tra le proprie mura amiche. Per il Chievo, invece, questo non è di certo un periodo particolarmente prolifico: i gialloblù incappano nella quinta sconfitta nelle ultime sette giornate.

La banda di Maran non vince in campionato dallo scorso 25 novembre, in occasione del 2-1 inflitto ai danni della Spal, mentre lontano dal Bentegodi non conquistano l’intera posta in palio addirittura dalla sesta giornata, ossia dalla vittoria per 0-2 contro il Cagliari. I veneti  restano, così, inchiodati a quota ventidue al tredicesimo posto.

Riavvolgendo il nastro della gara, la prima occasione è per la Lazio con un tiro di Immobile facilmente intercettato da Sorrentino. L’attaccante campano, però, al momento di concludere in porta ravvisa un fastidio muscolare, tant’è che al 35’ sarà costretto ad alzare bandiera bianca lasciando spazio a Felipe Anderson. Il calciatore si è poi sottoposto a degli esami strumentali che hanno riscontrato un’elongazione al flessore della coscia destra. Il numero diciassette biancoceleste salterà certamente la gara di mercoledì contro l’Udinese, mentre non appare impossibile un suo recupero per il match di domenica prossima con il Milan. Tornando alla partita, invece, il risultato si sblocca al 23’ quando Marusic, involatosi sulla corsia di destra, appoggia all’indietro per Luis Alberto, il quale estrae dal cilindro un tiro, leggermente deviato da Bani, che mette fuori causa Sorrentino. Per il trequartista spagnolo è il settimo centro in questo torneo. Nemmeno il tempo di esultare che i veneti pareggiano: lancio di Radovanovic per Pucciarelli, il quale si dimostra abile nell’eludere la marcatura di Bastos e De Vrij per poi lasciar partire una conclusione che trafigge  Strakosha. Per l’attaccante gialloblù è la seconda rete in campionato, entrambe realizzate al cospetto della Lazio. I padroni di casa non restano a guardare e al 31’ mettono di nuovo la freccia: Lulic serve Parolo, quest’ultimo effettua un controllo a seguire che innesca Milinkovic-Savic, autore di una conclusione dal limite, imparabile per il portiere avversario. Al tramonto della prima frazione di gara, il Chievo protesta per un rigore, inzialmente concesso dall’arbitro per un presunto fallo di Lulic ai danni di Stepinski, poi, però, su consiglio del VAR, il signor Abisso corre a rivedere le immagini sul monitor, decidendo di cambiare la decisione in quanto non ci siano affatto gli estremi per decretare un penalty.

Nella ripresa i padroni di casa si scatenano, travolgendo letteralmente i clivensi. Al 68’ Lucas Leiva serve un assist al bacio per Milinkovic-Savic, il quale, in semigirata, non lascia scampo a Sorrentino. Per il centrocampista serbo giunge una doppietta che lo issa a quota sette nella speciale classifica marcatori. Gli ospiti gradualmente escono fuori dai radar del match e i biancocelesti trovano dinnanzi a loro delle prateria per sferrare il colpo. All’ 83’ Nani appoggia in verticale per Bastos, con quest’ultimo che dal limite dell’area scocca un tiro, deviato da Tomovic, che mette fuori causa Sorrentino. Per il difensore angolano è il quarto centro in questo torneo. Il Chievo oramai non c’è più e all’ 86’ c’è gloria anche per Nani: Lukaku serve l’attaccante portoghese, il quale aggancia la sfera e con il destro esplode una conclusione dalla distanza che si insacca all’angolino. Per l’ex tra le altre di Manchester United e Valencia è il secondo centro in A.

Al triplice fischio finale, queste le dichiarazioni principali rilasciate da un raggiante e soddisfatto Simone Inzaghi: “Tenevamo particolarmente a questa partita, anche perché il Chievo in passato ci ha sempre creato dei problemi. Qualche problema c’è stato ma non posso negare che siamo stati bravi segnando cinque gol. Il Chievo ha giocato bene ed è sembrato lo stesso che ha affrontato il Napoli e la Roma. Il loro gol è nato a causa di un errore individuale. Le situazioni di entusiasmo possono sopperire alle momentanee carenze. Sono contento anche perché la squadra è votata all’attacco e si vede per i tanti gol che segna. I ragazzi si divertono, ma in certi frangenti soffrono un pochino”.

Questo, invece, il giudizio di Maran al termine della sfida dell’Olimpico: “Il risultato non è veritiero: ci poteva stare di perdere perché la Lazio è forte ma il risultato è esagerato, fino al 4-1 abbiamo giocato alla pari e avuto le occasioni. In questo campionato abbiamo preso tre autoreti su tre deviazioni, è un periodo in cui ci gira male. La gara poteva andare diversamente? Sì, due tiri deviati e due gol decisivi, due decisioni del VAR che ci ha tolto il rigore e non ha annullato il gol alla Lazio, parliamo di situazioni al limite che ci vengono contro”.

Migliore del match-Milinkovic-Savic: Il centrocampista serbo, richiestissimo dai top club europei, sigla una doppietta, sfoderando, altresì, una performance altisonante. Micidiale.

Peggiore del match- Bani: Il giovane centrale, classe 1993, fa fatica ad arginare gli attacchi dei biancocelesti. Suo malgrado si rende protagonista in occasione del primo gol della Lazio. Non è stato di certo, per lui, un pomeriggio di ordinaria amministrazione. Travolto.

 

Tags
Mostrami di più

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close