Che cosa sappiamo degli attentati terroristici a Bruxelles?

Una vittima viene evacuata su una barella dai servizi di emergenza dopo un’esplosione in una stazione della metropolitana di Bruxelles. Almeno 26 persone sono morte e più di 100 sono i feriti, dopo le esplosioni ha colpito Bruxelles nella mattinata “rossa” di questo martedì mattina all’ora di punta. Due esplosioni hanno colpito l’aeroporto internazionale; un’altra ha colpito una stazione della metropolitana. Il Belgio ha emesso un avviso di livello 4, che denota “attacco grave ed imminente.”

“Quello che si temeva è accaduto, siamo stati colpiti da attacchi ciechi”, ha detto il primo ministro Charles Michel in una conferenza stampa a mezzogiorno. Ha aggiunto che ci sono stati molti morti e molti feriti.

Citando il ministro degli Affari Sociali e della Sanità Maggie De Block, i media belgi dicono che 11 persone sono morte per l’attacco all’aeroporto. Altri funzionari dicono che 15 persone sono morte alla stazione della metropolitana. Quelle stesse fonti dicono che ci sono stati 81 feriti in aeroporto e 55 feriti in un attacco su un treno nei pressi della stazione Maelbeek.

Il numero di morti e feriti potrebbe aumentare, come le agenzie di emergenza belghe riferiscono. Le informazioni stanno ancora emergendo riguardo a questo attacco, ed alcuni rapporti possono poi rivelarsi imprecisi. Ecco quello che sappiamo finora:

L’aeroporto Zaventem di Bruxelles 

Un attentatore suicida ha colpito l’aeroporto intorno alle 08:00 ora locale, secondo un procuratore federale. Le esplosioni sono avvenute vicino alle porte della sala di partenza, facendo crollare i pannelli del soffitto e mandando in frantumi le finestre di vetro. Le esplosioni hanno inviato ondate di fumo fluttuanti in tutto l’aeroporto e da lì è iniziata la situazione di panico.

L’impianto è stato ora evacuato e chiuso, con le squadre di emergenza che si stanno occuppando dei feriti ed il personale di sicurezza sta cercando di raccogliere le prove che potrebbero fornire dettagli riguardo ai responsabili.

Stazione Maelbeek

Intorno alle 09:11, ora locale, un’esplosione ha colpito un treno della metropolitana nella zona della stazione Maelbeek, ed ha causato il caos nei pressi della sede dell’Unione Europea, nel centro della città.

La stazione è a circa 7 miglia dall’aeroporto. Le immagini successive a questo attacco mostrano persone che corrono lungo i binari oscurati ed il tunnel pieno di fumo, dopo che sono stati bloccati i treni.

Per chiarire le informazioni: Ci sono state almeno tre esplosioni: due in aeroporto ed una in una stazione ferroviaria.

La risposta agli attentati

Bruxelles ha ordinato che tutte le gallerie vanno chiuse con conseguente blocco del traffico cittadino. L’aeroporto della città è chiuso per tutto il giorno ed i voli vengono reindirizzati alle città vicine.

Il sistema di trasporto pubblico a Bruxelles è stato chiuso. Il servizio ferroviario Eurostar tra Londra e Bruxelles è stato ugualmente sospeso.

I funzionari della sicurezza in Francia e Germania stanno aumentando la loro vigilanza sulla scia degli attacchi.

Il Belgio sta invitando i cittadini a non utilizzare i telefoni, dicendo che il sistema è saturo.

Al di là di Belgio

L’attacco arriva quattro giorni dopo l’arresto di Salah Abdeslam, un sospettato degli attentati del 13 novembre 2015 a Parigi. Le autorità stanno ancora cercando i suoi complici per questo attacco, tra cui un uomo, Laachroui Najim, la cui vera identità è stata solo di recente rivelata.

L’ambasciata degli Stati Uniti a Bruxelles sta invitando i cittadini americani a restare dentro le proprie abitazioni.

Le istituzioni dell’Unione europea hanno emesso un livello di allerta elevato.

Questa è una storia in fase di sviluppo. Alcune cose che vengono riportate dai media si evolveranno in seguito. Ci concentreremo sui rapporti da parte di funzionari di polizia e altre autorità, agenzie di stampa e giornalisti credibili che sono sulla scena. Provvederemo ad aggiornare la situazione mentre si sviluppa.

Wonder Channel Redazione

Siamo la redazione del magazine Wonder Channel, stacanovisti per passione. Siamo gli editori del magazine.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close