Toro furibondo e dito puntato verso l’arbitro Rizzoli.

Il Toro contro Rizzoli per il Derby

Il derby della Mole non è mai una partita qualunque. È un match acceso, l’espressione massima di una rivalità fra due squadre che rappresentano due mondi differenti. La Juventus stellare e protagonista in Italia e in Europa contro un Torino che incarna l’anima operaia e battagliera non solo dei suoi calciatori ma dello storico tifo della “Maratona”. Questa volta è terminata 1-4 per i bianconeri, in una gara che ha evidenziato senza ombra di dubbio la superiorità tecnica e qualitativa degli uomini di Allegri nei confronti dei granata. In questa stagione tra campionato e coppa Italia, la Vecchia Signora ha rifilato ben dieci goal al Torino, conquistando tre vittorie, segnale di una sfida che ricalca alla perfezione i connotati di un “Davide contro Golia”. Solo che stavolta aldilà del risultato, al tecnico Ventura e a tutto lo staff dirigenziale dei granata non è andata giù la direzione di gara dell’arbitro Rizzoli, autore a loro dire di errori macroscopici che hanno condizionato fortemente il match e indirizzato il punteggio finale a vantaggio dei bianconeri.

Il tecnico del Torino, premettendo che la Juventus è una squadra composta da campioni e merita il primo posto in classifica, sposta l’attenzione sulle clamorose sviste arbitrali del miglior direttore di gara in circolazione. A suo dire, Nicola Rizzoli, ha dimostrato delle pecche in occasione del rigore concesso ai granata con la mancata espulsione di Alex Sandro, autore del fallo su Bruno Peres, considerando che il laterale brasiliano juventino fosse stato già ammonito. Poi recrimina sulla mancata sanzione nei riguardi di Bonucci che ha  protestato in maniera vigorosa a pochi centimetri dal direttore di gara, appoggiando la testa sulla tempia del signor Rizzoli, con fare minaccioso. Ventura snocciola gli episodi incriminati, citando poi la rete annullata a Maxi Lopez, un goal che avrebbe portato il Torino sul 2-2. Rivedendo le immagini al rallenty, appare chiaro come l’attaccante argentino non fosse affatto in posizione di offside, essendo tenuto in gioco da Cuadrado. Errori madornali che hanno penalizzato i granata e spianato la strada verso il successo ai bianconeri. Le parole di Ventura sono forti e pronunciate con animosità. Ovviamente queste dichiarazioni hanno fatto il giro di tv e stampa che hanno vivisezionato le situazioni incriminate, evidenziando una prestazione arbitrale di Rizzoli ben al di sotto della sufficienza. Per evitare episodi di questo genere, non c’è altro rimedio che applicare la regola della “moviola in campo” che permetterebbe di sciogliere immediatamente dei dubbi e si eviterebbero strascichi polemici e recriminazioni.

Indubbiamente queste decisioni gravano sul Torino, aldilà di come poi fosse finito il match. I granata attualmente occupano il tredicesimo posto a quota trentatrè, a soli cinque lunghezze dal Palermo terzultimo, quindi in piena bagarre per non retrocedere. Il Toro non vince in campionato dallo scorso 14 febbraio, proprio contro i siciliani, per poi inanellare due pareggi e tre sconfitte, troppo poco per chi punta ad ottenere una salvezza senza patemi , dopo che i sogni di conquistare un posto per la prossima edizione di Europa League sono gradualmente sfumati. Il clima surriscaldato che ha anticipato la sfida con la Juventus, lo si notava anche dalla lettera scritta da Ventura in cui si è appellato ai tifosi, chiedendo loro di non far mancare mai il proprio appoggio in questo momento delicato della stagione. Al netto del goal annullato e degli errori di Rizzoli, occorra che il Toro riparta di gran slancio dopo la sosta, invertendo con veemenza questo trend per non soffrire fino all’ultimo e allontanare sempre più lo spettro della B.

Tags
Mostrami di più

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close