L’Inter di scena al Franchi per tentare l’assalto alla zona Europa League.

Fiorentina Inter aprile 2017 probabili formazioni
Anche il cielo è viola all’Artemio Franchi di Firenze.

Si alza il sipario sulla trentatreesima giornata di serie A. Nell’anticipo serale delle ore 20:45 l’Inter di Stefano Pioli è di scena al “Franchi” di Firenze in vista di una gara fondamentale per quanto concerne il proprio cammino in Europa League.

I nerazzurri occupano attualmente il settimo posto in classifica con cinquantasei punti all’attivo e sono reduci da due pareggi ed altrettante sconfitte nelle ultime quattro gare di campionato. La vittoria più recente risale al 12 marzo scorso in occasione del 7-1 roboante rifilato all’Atalanta. I viola, invece, sono posizionati all’ottavo gradino in classifica a quota cinquantadue. Gli uomini di Paulo Sousa, tra le mura amiche, hanno inanellato otto trionfi, sette pareggi ed un solo ko, giunto proprio nell’ultimo turno, nel derby toscano, contro l’Empoli. Durante la consueta conferenza stampa della vigilia, Stefano Pioli ha espresso la necessità di conquistare l’intera posta in palio a Firenze per alimentare le speranze di qualificazione in vista della prossima edizione di Europa League. L’ex tecnico biancoceleste è consapevole che gran parte della sua riconferma sulla panchina interista derivi dalla posizione di classifica che riuscirà a conquistare al termine del campionato. L’allenatore emiliano vuol tirarsi fuori dalla situazione attuale, tutt’altro che entusiasmante, in cui la sua squadra ha ottenuto solo due punti nelle ultime quattro sfide, con il derby di Milano sfuggitogli di mano negli ultimi secondi del match. Pioli vuol fare leva sulle motivazioni dei suoi uomini, sulla voglia spasmodica di scalare posizioni in classifica al fine di raggiungere l’Europa League, obiettivo minimo per la gestione Suning.

Il tecnico nerazzurro ha affermato che a fine stagione sarà fondamentale tracciare un bilancio in merito ai risultati ottenuti, sperando che l’annata interista, nata sotto auspici ben più ambiziosi, non possa comunque chiudersi in maniera alquanto deludente. Paulo Sousa, invece, ha già definito il suo futuro che sarà lontano dal capoluogo toscano. L’opzione di rinnovo unilaterale non è stata applicata è così il tecnico lusitano si trova a dover dirigere, per le ultime sei gare, questa squadra che a fine maggio rappresenterà già il suo passato. Nonostante l’attuale posizione di classifica, con i viola distanti sei punti dal sesto posto, l’allenatore portoghese crede nella possibilità di rimonta da parte dei suo uomini. Finché la matematica non li condannerà, la Fiorentina avrà l’obbligo morale di dare il massimo, di vincere il maggior numero di gare possibili per tentare un clamoroso accesso in Europa League. Per quanto concerne l’ultimo ko subito in campionato contro l’Empoli, Paulo Sousa confida sulla grinta dei suoi calciatori, sulla voglia di rivalsa, con un grado di determinazione tale da regalare una serata da sogno ai propri tifosi. Tifosi che però hanno annunciato una dura contestazione nei confronti dei calciatori, del tecnico e dello staff dirigenziale, al culmine di una stagione poco soddisfacente, con i viola fuori da ogni competizione già da tempo e al cospetto di una posizione di classifica che non lasci grandi speranze ambiziose.

Per quanto riguarda le probabili formazioni, Sousa dovrebbe affidarsi al “3-4-2-1” con Tatarusanu tra i pali, linea di difesa a tre composta da Tomovic, Sanchez ed Astori. Lungo le corsie esterne spazio a Chiesa e Tello con Vecino e Badelj centrali. Sulla trequarti agiranno Bernardeschi e Borja Valero a sostegno dell’unica punta Babacar, chiamato a sostituire Kalinic appiedato dal giudice sportivo per due giornate. Pioli risponderà con il “4-2-3-1”: Handanovic in porta, Medel e Miranda centrali difensivi. Lungo le fasce fiducia nuovamente a Nagatomo sulla sinistra e D’Ambrosio sulla destra. La mediana sarà presidiata da Gagliardini e Kondogbia, mentre sulla trequarti agiranno Candreva, Joao Mario, quest’ultimo preferito dal primo minuto a Banega, e Perisic, pronti ad innescare Icardi punta centrale. L’arbitro del match sarà il signor Paolo Valeri della sezione di Roma. Gara attesissima al “Franchi” con l’Inter che proverà ad aprire un nuovo ciclo di vittorie, da qui al prossimo 28 maggio, per tentare la scalata verso l’Europa League, mentre la Fiorentina cercherà di rendere meno amaro questo finale di stagione nonostante l’ostracismo e la contestazione da parte del proprio pubblico piuttosto deluso e amareggiato.

Tags

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close