Il Milan all’esame Empoli, in una settimana che si preannuncia di fuoco

Si accendono i riflettori sul ventunesimo turno di serie A. Questa sera alle 20.45 sarà di scena l’anticipo tra Empoli e Milan, una sfida interessantissima dall’inaspettato sapore d’ Europa. I rossoneri giungono a questo appuntamento, galvanizzati dal successo rimediato nell’ultima giornata contro la Fiorentina. Il Milan vorrà proseguire la striscia positiva di risultati, ben consapevole che troverà dinnanzi a sé una formazione ben organizzata e difficile da scardinare. Mihajlovic nella conferenza stampa della vigilia, ha espresso il desiderio di vedere i suoi uomini offrire una prestazione maiuscola. Ha parlato di massimo impegno, generosità, grinta, carattere, personalità, tutti aggettivi che possano dare la giusta carica ai suoi ragazzi affinchè lo scoglio Empoli possa essere superato con brillantezza. Il tecnico serbo tra l’altro si lascia andare ad una citazione ben nota di Edorado De Filippo :” gli esami non finiscono mai”, per sintetizzare la settimana di fuoco che attende i rossoneri. L’Empoli stasera, martedì la semifinale d’andata di Coppa Italia contro l’Alessandria e infine il derby della Madonnina , tre sfide che diranno molto sul futuro del Milan. In ottica formazione, Mihajlovic dovrebbe optare quasi certamente per la conferma del “4-4-2” con Donnarumma in porta, difesa a quattro con Romagnoli ed Alex centrali, Abate e Antonelli ad agire sulle corsie laterali. A metà campo i prescelti saranno Honda, Montolivo, Bertolacci e Bonaventura, con Boateng almeno inizialmente in panchina, mentre in avanti fiducia al tandem del momento Bacca-Niang, con Balotelli che scalpita per mettere qualche minuto in più nelle gambe e Luiz Adriano di nuovo convocato e in panchina dopo l’affare sfumato con i cinesi del Jiangsu.

Sul versante Empoli, Marco Giampaolo autore di una stagione fino ad ora fantastica della sua squadra, tiene alta l’attenzione. Non ammette cali di concentrazione e avvisa i suoi uomini che quella di stasera sarà un match molto probante, al cospetto di una squadra che ha ripreso grande fiducia in seguito agli ultimi risultati positivi. I toscani stazionano a quota trentuno punti in ottava posizione.  All’interno del club azzurro si continua a parlare inevitabilmente di salvezza anche se strizzare un occhio verso la zona Europa League appare più che plausibile. Il tecnico abruzzese ha dichiarato che Saponara ha smaltito l’influenza che lo ha colpito la scorsa settimana e sarà certamente della gara, mentre dovrà fare a meno di Paredes, appiedato dal giudice sportivo. Al suo posto dovrebbe giocare Diousse, calciatore che dopo un avvio scintillante ha vissuto una fase di leggero oblio. Ma Giampaolo non ne fa un dramma, ha fiducia in Diousse e afferma che con il tempo non potrà che migliorare le sue prestazioni. Infine il tecnico empolese si lascia scappare una battuta sul caso Sarri-Mancini che ha monopolizzato l’intera settimana, esclamando che l’allenatore del Napoli può star tranquillo avendo ricevuto l’appoggio anche di Silvio Berlusconi, il tutto affermato in maniera alquanto ironica e velatamente pungente. In ottica formazione, solito “4-3-1-2” per i toscani, con Skorupski tra i pali, Laurini e Mario Rui esterni con Tonelli e Barba centrali. A centrocampo agiranno Zielinski, Diousse e Buchel con il rientrante Saponara nel ruolo di trequartista a supporto della coppia Maccarone-Pucciarelli.

Sfida interessante al “Castellani”, in un terreno di gioco che tradizionalmente ha sempre portato fortuna al Milan. I rossoneri  vorranno proseguire il loro trand positivo per scalare più posizioni possibili e avvicinarsi clamorosamente al terzo posto ma non sarà compito facile al cospetto di un Empoli in salute, trascinato da un Saponara, ex  rimpianto dalle zone di Milanello, che vorrà togliersi qualche sassolino dalla scarpa e confezionare un regalo sgradito alla sua vecchia squadra.

Tags

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close