Nicole Kidman critica l’ageism durante il suo discorso agli Screen Actors Guild Awards

Tutto sul discorso della Kidman e sugli Screen Actors Guild Awards

Nicole Kidman ha sfruttato l’occasione per attaccare il cosiddetto ageism spesso comune sul grande schermo. Fortunatamente, secondo l’iconica attrice, il mondo sta cambiando e le professioniste più grandi ( per quanto riguarda l’età) iniziano ad essere viste di buon occhio.

Nella notte del 21 gennaio La Kidman ha ricevuto il SAG award for Outstanding performance by a female actor in a TV movie. La famosissima attrice si é meritata tale premio grazie alla propria prestazione nei panni di  Celeste Wright in Big Little Lies.

Durante il proprio discorso di ringraziamento, la donna, ormai cinquantenne, ha parlato di  Hollywood dicendo che ormai il colosso cinematografico vede le attrici over 40 come donne in gamba, forti ed autorevoli.

La Kidman ha continuato sottolineando quanto fosse fantastico che oggi le carriere cinematografiche potessero continuare anche dopo i 40 anni. Effettivamente, 20 anni fa, le donne nell’industria del cinema non potevano più trovare lavoro dopo aver raggiunto tale soglia d’età.

Le grandi star di oggi hanno provato il loro valore mostrando che si può avere una carriera di successo anche dopo i 40. Bisogna dire che una di queste pioniere é proprio la Kidman stessa. Dunque i complimenti vanno anche alla formidabile attrice.

Secondo l’unica ed inimitabile Nicole, questo é solo l’inizio. Inutile dire che il mondo di Hollywood si stia gradualmente rivoluzionando, soprattutto nei confronti delle attrici di sesso femminile. Dopo il terremoto del caso Weinstein, il colosso cinematografico sta iniziando a vedere le donne come degli esseri umani con un grande potenziale e non più come degli oggetti da poter sfruttare.

Nicole Kidman fidanzata con Lenny Kravitz
Nicole Kidman in compagnia di Lenny Kravitz e Keith Urban.

La 24esima edizione degli  Screen Actors Guild Awards

La 24esima edizione degli Screen Actors Guild Awards é stata ospitata dallo  Shrine Auditorium a Los Angeles. Durante la cerimonia, Gary Oldman ha ricevuto il premio per Best Actor grazie alla propria performance nei panni di Winston Churchill nel progetto intitolato Darkest Hour. Ad ogni modo é stato proprio Three Billboards Outside Ebbing, Missouri ad essere il film vincente della serata. La pellicola si é portata a casa ben 3 awards. Effettivamente, la fantastica Frances McDormand ( Mildred Hayes nel film) si é aggiudicata il premio per Best Actress e Sam Rockwell ( Jason Dixon nel film) ha vinto nella categoria di Best Supporting Actor grazie alla propria performance nel film.

Tags
Mostrami di più

Irene Chiaia

Ciao a tutti carissimi wonder fans sono Irene e ho 21 anni. I due difetti che mi contraddistinguono sono la caparbietà e la curiosità, infatti sono molto ostinata in tutto ciò che faccio e sono sempre alla ricerca di nuove esperienze ed emozioni. Nella vita di tutti i giorni sono un ingegnere del suono, un’artista una cantante e una regista radiofonica. Come potrete immaginare la musica é la mia vita!

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close