Ciro Immobile: “Spumeggiante il tandem con Belotti. Questa nazionale potrà scrivere una pagina sensazionale al mondiale in Russia”.

Prosegue la marcia di avvicinamento verso la sfida di domani sera, a Palermo, contro l’Albania nel match di qualificazione per il mondiale di Russia 2018.

Nel primo pomeriggio di ieri ha rilasciato importanti dichiarazioni, dalla sala stampa di Coverciano, uno degli uomini più attesi nella sfida del Barbera, ossia Ciro Immobile. L’attaccante campano ha innanzitutto posto l’accento sul suo feeling con Andrea Belotti. Oltre al collaudato tandem in attacco, tra i due vi è un ottimo rapporto d’amicizia. C’è grande complicità tra lui e il “gallo”, affermando di trascorrere molte ore insieme essendo compagni di stanza. Immobile ha parole dolci nei confronti della punta del Torino, a suo giudizio ragazzo umile e molto dedito al lavoro quotidiano. L’attaccante della Lazio è convinto che il suo compagno in nazionale, nel giro di breve tempo, sarà uno dei centravanti più richiesti in ambito europeo. Inoltre, la punta biancoceleste, esprime un giudizio positivo sulla città di Palermo quale sede della sfida con l’Albania. A suo avviso il capoluogo siciliano manifesti sempre grande affetto e calorosità nei confronti dei colori azzurri, come è già avvenuto in altre due occasioni in cui sia stato lì con la maglia dell’Italia.

Immobile poi ricorda con affetto i suoi trascorsi con il Pescara, quando nella stagione di grazia 2011/2012 conquistò la promozione in serie A con la compagine abruzzese guidata dal suo mentore Zdenek Zeman. Di quella squadra vi facevano parte anche Verratti e Insigne, calciatori poi esplosi nel calcio che conta ed ora di nuovo compagni in nazionale. Ciro da Torre Annunziata si esprime anche sulla gara di domani sera contro l’Albania. A suo avviso sarà una sfida da prendere con le dovute cautele. La squadra allenata da Gianni De Biasi è reduce dall’Europeo in Francia e vorrà ben figurare contro gli azzurri per avvicinarsi sempre più al secondo posto nel girone G. Attualmente gli albanesi annoverano sei punti all’attivo, a quattro lunghezze dalla banda di Ventura. Immobile aggiunge che non sarà affatto una passeggiata ma bisognerà assolutamente palesare i miglioramenti evidenziati in questi giorni di lavoro, per non commettere il grave errore di perdere terreno nei confronti della Spagna, capolista nel raggruppamento per via della migliore differenza reti rispetto all’Italia, che sarà impegnata domani in un match tutt’altro che proibitivo con Israele.

Sull’operato del c.t. Giampiero Ventura, la punta biancoceleste dichiara di ammirare ed apprezzare moltissimo quanto stia facendo il suo ex tecnico del Torino. Gli azzurri nelle prime uscite adottarono il “3-5-2” come modulo tattico di riferimento per poi passare ad un più spregiudicato ma al contempo collaudato “4-2-4”, nel segno di un grande dinamismo tattico e versatilità da parte del commissario tecnico e dei calciatori a disposizione. Immobile non lesina elogi anche nei riguardi del suo allenatore nella Lazio: Simone Inzaghi. La punta campana afferma di sentirsi a suo agio nel tridente avanzato biancoceleste, avendo l’opportunità di poter calciare in porta ripetutamente nell’arco di un match per via degli schemi studiati e proposti dal tecnico dei capitolini, che ha cucito attorno ad Immobile l’abito tattico prediletto. Non a caso l’ex centravanti granata abbia messo a segno fino ad ora diciassette reti, lasciando presagire che questa possa essere una delle sue migliori stagioni in massima serie. Nel frattempo continuano gli allenamenti in vista del match del Barbera. Nella giornata di ieri sono state due le sedute effettuate, quest’oggi ce ne sarà solo una, per poi ,nel pomeriggio, partire per la volta di Palermo. Notizie positive giungono dall’infermeria, con Leonardo Bonucci che ha smaltito l’influenza ed è tornato ad allenarsi con il resto del gruppo. A questo punto la sua presenza appare più che probabile nella retroguardia azzurra, con il c.t. Ventura propenso ad affidarsi al “4-2-4” con il difensore bianconero in coppia con Barzagli nel formare la coppia centrale davanti a Buffon.

In base a ciò dovrebbe essere Romagnoli ad accomodarsi, almeno inizialmente, in panchina. Per il resto appare confermata la presenza di De Sciglio e Zappacosta lungo le corsie esterne, De Rossi e Verrati sulla mediana, Insigne e Candreva ai lati del tandem d’attacco Immobile-Belotti. Cresce l’attesa per Italia-Albania, una gara da non fallire se gli azzurri vorranno mettere nel mirino la qualificazione diretta per Russia 2018, in attesa dell’incrocio decisivo e da brividi, il prossimo 2 settembre, al cospetto della capolista Spagna.

Tags

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close