Il destino aveva già scritto le sorti per questa mamma che decise di fuggire dall’Aquila per scappare dal terremoto che poi l’ha colpita ancora portandogli via la figlia.

destino bimba 18 mesi Arquata del Tronto
La foto di un ufficio postale distrutto ad Arquata del Tronto, nella notte del 24 agosto da un violento terremoto. Foto ANSA di Sandro Perozzi)

Un destino segnato…

E’ una storia triste e drammatica quella di Martina Turco, madre della bimba Marisol Piermarini, 18 mesi, che è morta dopo il violento terremoto che ha colpito l’Italia nella notte del 24 agosto 2016.

Lei dormiva tranquilla nel suo lettino dell’abitazione di Arquata del Tronto quando il terremoto si è scagliato ed ha distrutto la sua vita.

Martina Turco e Massimiliano si erano trasferiti ad Arquata dopo che Martina si era salvata dal terremoto che anni fa colpì l’Aquila. Non voleva più stare lì.

Ora Martina è in ospedale per sottoporsi ad esami diagnostici dopo essere stata estratta dalle macerie, un film già visto per lei.

E’ stato il nonno a vedere il corpicino senza vita di Marisol: “Non volevano farmi passare perché era tutto pericolante – ha detto il signor Massimo ai cronisti – ma io ho detto che non me ne importava niente, dovevo andare a cercarli: purtroppo per la bambina non c’è stato nulla da fare.”

Delle volte il destino è beffardo e cattivo. In questo caso pure vendicativo. Purtroppo a volte ti cerca, ti trova, e se ti ha già segnato in un modo o nell’altro si fa sentire. In questo caso poteva risparmiare la piccola Marisol.

 

Wonder Channel Redazione

Siamo la redazione del magazine Wonder Channel, stacanovisti per passione. Siamo gli editori del magazine.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close