Palermo-Juventus: per i bianconeri l’imperativo è vincere

Palermo Juventus 24 settembre 2016

Si parte, oggi pomeriggio alle ore 18, con l’anticipo della sesta giornata di serie A tra Palermo e Juventus.

Allo stadio “Renzo Barbera” saranno i campioni d’Italia in carica ad affrontare i padroni di casa rosanero. La Vecchia Signora sbarca in Sicilia, rinfrancata dall’ultimo successo ottenuto in campionato, al cospetto del Cagliari, conquistando una vittoria che ha proiettato nuovamente i bianconeri in testa alla classifica a quota dodici punti. La banda di De Zerbi, invece, è reduce da due risultati utili consecutivi, ottenuti contro squadre invischiate nella lotta per non retrocedere. Uno a uno con il Crotone e lo 0-1 con cui ha espugnato, mercoledì sera, l’ “Atleti Azzurri d’Italia” imponendo all’ Atalanta uno stop pesante. Nella giornata di ieri, il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, ha tenuto la consueta conferenza stampa della vigilia. Tra i temi analizzati ha innanzitutto espresso un parere sulla situazione di Dybala. La “Joya” è ancora a secco di goal in questo avvio di stagione, ma secondo l’allenatore toscano, il numero ventuno juventino non ha nulla da temere. Continuando a giocare in questa maniera e capitalizzando al meglio le occasioni che avrà a disposizione, i goal arriveranno sicuramente, e poi come spesso avviene, più si cerca di andare a segno e meno ci si riesce, quindi sarà una priorità sgombrare la mente da inutili pressioni. In merito a Cuadrado, ha tenuto a precisare che con l’esterno colombiano non ci sia nessun problema. Nella giornata di mercoledì, a causa di un problema familiare, il calciatore ha preferito abbandonare il ritiro con il resto dei compagni, ma per fortuna, ora è tutto risolto e Cuadrado è stato aggregato con la squadra, impegnata nella trasferta di Palermo.

In merito alla formazione, Allegri ha lasciato intendere che molto probabilmente in avanti giocheranno Higuain e Mandzukic, mentre in difesa osserverà un turno di riposo Giorgio Chiellini. La trasferta siciliana non va affatto sottovalutata, in quanto sarà la prima di tre gare lontane dallo “Juventus Stadium”. Sfide che forniranno importanti indicazioni in riguardo al proprio futuro. Infatti dopo Palermo, i bianconeri affronteranno, sempre fuori casa, la Dinamo Zagabria in Champions League e l’Empoli in campionato, due gare che, per motivi diversi, occorrerà non fallire. Infine sul turnover applicato nelle precedenti giornate, Allegri dichiara in maniera sorniona che quando porta risultati come nel caso del match contro il Cagliari viene elogiato, altre volte, come nella sconfitta al cospetto dell’Inter, piovono giù bordate di critiche, segnale, questo, che nel calcio, molto spesso, più che le prestazioni, contano i risultati e che i giudizi dei giornalisti sono molto influenzati da ciò. Il tecnico rosanero, Roberto De Zerbi, ha invece affermato di essere la prima volta che affronta da allenatore la Juventus, compagine, da lui definita, la più attrezzata del campionato. L’allenatore rosanero preannuncia che sarà una sfida ardua e proibitiva contro la Vecchia Signora, un match dal destino segnato eppure invita i suoi ragazzi a non partire psicologicamente già sconfitti e di non barricarsi in difesa, altrimenti sarebbe addirittura inutile scendere in campo. Bisognerà concedere il meno possibile agli avversari e tentare di creare qualche grattacapo alla difesa juventina, anche se, obiettivamente, è consapevole di trovarsi di fronte una corazzata indistruttibile.

In ottica probabili formazioni, il tecnico del Palermo si affiderà al “3-4-2-1” con Posavec tra i pali, linea di difesa a tre composta da Goldaniga, Gonzalez e Andelkovic. A metà campo spazio centralmente a Gazzi e Bruno Henrique, mentre sulle corsie laterali agiranno Rispoli e Aleesami. Sulla trequarti fiducia a Hijliemark e Diamanti, in attacco, la punta di riferimento sarà il macedone Nestorovski, autore di due reti consecutive in campionato. Allegri risponderà con il “3-5-2”: Buffon in porta, Bonucci, Barzagli e Rugani in difesa. Hernanes agirà da playmaker basso, mentre gli interni saranno Khedira e Pjanic. Sulla fascia di sinistra ennesima chance per Alex Sandro, sulla destra opererà Lichtsteiner. In avanti spazio al tandem Higuain-Mandzukic. L’arbitro della gara sarà il signor Valeri di Roma.

Tags
Mostrami di più

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close