Fobia da vittoria per le big, vincono solo Inter, Viola e Lazio.

Diceva un tale: prima di vincere devi imparare a perdere. Le prime della classe lo hanno preso alla lettera in questa prima giornata!

Delle volte il favore del pronostico non sempre aiuta, e lo sanno bene a Roma che speravano nella coppia Salah – Dzeko per risolvere la situazione del gioco non più convincente espresso da Rudi Garcia per tutta la metà dello scorso campionato. Che poi, avrà fatto bene Sabatini a fare affidamento su di un giocatore scartato così repentinamente da Mourinho e che ha fatto tanto le prime partite con la Fiorentina per poi calare? O su un ex cannoniere che lo scorso campionato aveva la stessa media goal di un difensore? E soprattutto: ha fatto bene a privarsi di un giovane promettente difensore italiano? …Visto che scarseggiano.

A Torino invece mister Allegri partiva con il peso del campione che deve ripetersi, poco male, alla Juve si ripetono da anni ormai. Ma riuscirà a farlo senza due dei centrocampisti titolari e senza il giocatore che prendeva in mano la squadra dentro e fuori dal campo? La risposta è Ni, almeno per ora! In campionato è difficile trovare una seria antagonista che potrà insidiare i bianconeri, che però vorranno ripetersi anche in Champions League, e con quel centrocampo, cari ragazzi, andrete poco lontano.

Il Milan – dopo un pre-campionato in cui la parola scudetto sembrava il minimo comune denominatore per ogni situazione – ha dovuto arrendersi di fronte ad una squadra più organizzata e che ha dimostrato di essere più forte dei rossoneri. Sinisa Mihajlovic se ne frega del protocollo del calcio italiano – e per fortuna – che non vuole crescere i giovani talenti e schiera la giovane coppia di difensori formata da Rodrigo Ely e Romagnoli. I due purtroppo non sono sembrati in giornata, anzi, Ely avrà sognato Kalinic per tutta la notte dopo la figura che gli ha fatto fare. Romagnoli per non essere da meno ha provocato il rigore del 2 a 0. L’esperimento ci sta, ma per ora i due talenti sono rimandati. Ed i tifosi viola cantavano ancora: “Il Pallone è Quello Giallo” – stavolta rosa. Ma ora arriva sicuramente l’uomo giusto per sistemare i problemi del Milan: Mario Balotelli.

Al 94′ invece ci ha pensato Jovetic – che non partiva titolare – a togliere le castagne dal falò di Mancini che dopo la faraonica campagna acquisti doveva assolutamente vincere in casa. L’Inter ha cercato il risultato ed alla fine lo ha ottenuto grazie ad un siluro piazzato da Stevan. Se starà bene lui i tifosi dell’Inter potranno veramente sognare in grande.

Il Napoli ha cacciato Don Rafaé per darlo in pastA – si è messo a dieta – ai tifosi del Real Madrid (che lo vorrebbero già mandare via) ed ha consegnato la panchina a Sarri, l’allenatore innovativo, io lo chiamo: “l’allenatore con i droni”. Sarri vuole portarsi tutta Empoli vicino al Vesuvio, si parla anche di Saponara e Vecino pronti a vestirsi d’azzurro. Ma l’Empoli è arrivata 3 lo scorso anno ed io non me ne sono accorto? Magari qualcuno non sarebbe male però già la rosa del Napoli era forte di per se ed andava solo completata in determinati reparti, secondo me con giocatori più affermati.

La Lazio è la squadra più sfigata di questo inizio di campionato però per il momento ne ha vinto 2 su 2 (contando i preliminari di Champions League). Ma sarà così sfigata o qualcuno ha forzato troppo con la preparazione per arrivare in super condizione e qualificarsi in Champions League?

Tags
Mostrami di più

Ale Wonder

Salve a tutti, mi chiamo Alessandro Aru e sono il fondatore/CEO di questo web magazine.Mi occupo di digital marketing, web-social & music, seo & music manager. Sono appassionato di cinema, buon cibo, storia, natura, Fiorentina ed arte in generale.Sono critico ma razionale. ;D un saluto...Ale!

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close