Andrea Barzagli smentisce le voci di un possibile litigio, nello spogliatoio, dopo la gara contro il Napoli

Andrea Barzagli suona la carica in vista della sfida contro l’Inter

I punti in palio che restano in gioco da qui al termine del campionato pesano come macigni. Lo sa bene Andrea Barzagli, difensore bianconero, intervistato nella giornata di ieri da Premium Sport. La Juventus è prima in classifica con ottantacinque punti all’attivo, vantando tra l’altro lo scettro come miglior difesa del torneo con soli venti reti al passivo. Eppure la Vecchia Signora è reduce da due risultati tutt’altro che confortanti: il pareggio per 1-1 in casa del Crotone e soprattutto il ko rimediato domenica scorsa all’Allianz Stadium con il Napoli, una sconfitta che ha riaperto inevitabilmente il discorso scudetto, con i partenopei che inseguono ad un solo punto di distanza la banda guidata da Massimiliano Allegri.

Il calendario che attende la Juventus si preannuncia decisamente insidioso, soprattutto per quanto concerne le sfide in trasferta. Domani sera sarà il turno dell’Inter, compagine in piena lotta per un posto per la prossima edizione della Champions League. San Siro si presenterà gremito in ogni ordine di posto e verrà superato il record d’incasso per una partita di serie A. A seguire la gara casalinga contro il Bologna, mentre nelle ultime due giornate, che verranno disputate in contemporanea con le gare che attendono il Napoli, Higuain e compagni se la vedranno contro la Roma all’Olimpico, match che si preannuncia alquanto difficoltoso, per poi concludere la stagione tra le mura amiche al cospetto dell’Hellas Verona. L’obiettivo principale dei bianconeri sarà quello di non perdere punti per strada, concedendo poco o nulla agli avversari.

Anche una frangia dei tifosi ha deciso di alzare la voce, inscenando una contestazione, dal sapore di incitamento, così come hanno fatto coloro appartenenti al gruppo “Tradizione” che hanno intonato cori e si sono intrattenuti a dialogo con alcuni calciatori juventini, quali Buffon, Marchisio, Chiellini e Dybala. Nel frattempo, come detto, intervistato da Premium Sport, Andrea Barzagli, ha risposto ad alcune domande riguardanti lo stato attuale della sua squadra, rilanciando il duello scudetto e smorzando le voci che raccontavano di un possibile litigio all’interno dello spogliatoio al termine della gara contro il Napoli.

Questo un estratto delle dichiarazioni rilasciate dal roccioso difensore bianconero: “Ho visto grande spirito da parte di tutti, dobbiamo cercare di raggiungere un obiettivo che dipende ancora da noi: siamo davanti al Napoli e dobbiamo sfruttare questo fattore. In quella gara, contro i partenopei, ci è mancato tutto. Raramente abbiamo giocato così male da quando sono qui, ma dobbiamo cancellare quella prestazione e ripartire. Nella nostra mente non devono rimanere scorie, sabato servirà una grande partita. A livello psicologico c’è più pressione per noi, ma la comprensione con maggior cattiveria nel preparare e affrontare la partita e con l’attenzione ai dettagli. La sfida contro l’Inter è fondamentale, sarà la prima delle quattro finali con cui dovremo blindare lo scudetto. E’ una gara molto sentita dalle tifoserie: vincere ci darebbe tanto, dobbiamo ritrovarci subito. I tifosi ci hanno incoraggiato e non criticato, hanno fatto una bella cosa e ci hanno fatto sentire il loro calore. Ho sentito toni tranquilli, non ci sono state minacce e contestazioni ed è stata una giornata positiva. Provo amarezza nel leggere report diversi, così come provo amarezza quando si parla di scazzottate o duri confronti nello spogliatoio. Il nostro gruppo è unito e daremo tutto. Ci siamo ripresi nel giorno di riposo e siamo perfettamente concentrati sulla prossima sfida”.

Spostando l’attenzione sulla probabile formazione che scenderà in campo a San Siro, Allegri tra oggi e domani scioglierà gli ultimi dubbi, innanzitutto sul modulo da utilizzare, se il 4-3-3 oppure il 4-2-3-1. Il tecnico toscano ha tutta la rosa a disposizione, eccezion fatta per De Sciglio e Chiellini, ragion per cui potrebbe essere proprio Barzagli a giocare centralmente, in difesa, in coppia con Benatia. In attacco qualora Allegri dovesse optare per il modulo con i tre trequartisti, potrebbero essere Mandzukic, Dybala e Cuadrado a muoversi alle spalle della punta centrale Higuain.

 

Tags
Mostrami di più

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close