Joaquin Phoenix presenta “A beautiful day” il suo nuovo film

Nel film della regista scozzese Lynne Ramsay, l'attore é un sicario tormentato dai fantasmi del passato

È stato presentato in questi giorni a Roma, “A beautiful day”, film della regista scozzese Lynne Ramsay con protagonista Joaquin Phoenix.
Il film, presentato un anno fa a Cannes, si era portato a casa il premio per la migliore sceneggiatura e aveva incoronato Phoenix migliore attore della kermesse.

Un action thriller di spessore

“A beautiful day” (titolo originale “You were never really here”) racconta di Joe, tormentato ex agente dell’FBI, diventato sicario. I suoi incarichi principali consistono nel trovare e salvare giovani donne, bambine a volte, dai traffici di esseri umani e dalla prostituzione.
Quando viene rapita la figlia di un noto politico e Joe viene ingaggiato per ritrovarla, per lui inizia una vera e propria discesa negli inferi, tra i fantasmi del suo passato. L’uomo infatti, è stato a sua volta vittima di abusi quando era ancora bambino e il salvataggio della ragazzina lo porterà a fare i conti con se stesso.
Il film ha dunque tutte le caratteristiche dell’action thriller ma con una componente psicologica che gli permette di emergere per spessore e impegno.

Il sottile confine tra realtà e finzione

Nato Joaquin Rafael Bottom a Puerto Rico nel 1974 da due hyppie appartenenti alla setta dei Bambini di Dio, l’attore è il terzo di 5 fratelli. Il maggiore, a cui Joaquin era legatissimo, era River, notissimo attore tra la fine degli anni ’80 e inizio anni ’90, deceduto tra le sue braccia la notte di Halloween del 1993 a seguito di un’overdose.
E proprio la morte del fratello deve aver riaperto vecchie ferite nella memoria di Joaquin; la setta in cui crebbero fu tracciata da molti di promuovere e praticare la pedofilia, e River raccontò di come fosse stato abusato dai 3 ai 7 anni, quando i genitori decisero di abbandonare la comune.
Agli abusi subiti si possono certamente imputare molti dei tormenti di River e questo deve aver senz’altro influenzato Joaquin nella scelta del ruolo di Joe.
L’attore ha infatti dichiarato si essersi calato nella parte immaginando di essere un ex bambino vittima di abusi sessuali.
Joaquin Phoenix ci ha abituati da sempre a ruoli corti, folli talvolta, ma sempre dotatidi straordinario carisma e siamo sicuri che non farà eccezione nemmeno questa volta.
“A beautiful day” uscirà in Italia martedì 1 Maggio e sarà distribuito in 100 copie da Europictures.

Mostrami di più

Lisa Coraini

Ciao! Io sono Lisa, sono nata a Ferrara nel lontanissimo 1981. Sono la mamma sognatrice di due fanciulli e alla comunissima routine di commessa, contrappongo la straordinaria passione per il cinema: a 3 anni infatti, grazie ai miei nonni metto piede per la prima volta in una sala cinematografica e ne rimango letteralmente folgorata. Steven Spielberg diventa subito il mio regista prediletto. Amo scrivere, viaggiare (meta preferita: la verde Erin) e... La musica! Micheal Jackson, George Michael, Dire Straits e gli U2 sono gli artisti con i quali cresco, ma il mio grande amore sono sempre stati e sempre saranno i grandissimi Queen.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close