Sfida scudetto Napoli – Juve: In 10.000 al “Franchi” per sostenere il Napoli a Firenze

Si avvicina a grandi passi il match che vedrà impegnato il Napoli al “Franchi” di Firenze contro i viola.

Gli azzurri si accingono a quest’appuntamento galvanizzati dal prestigioso successo ottenuto in casa della Juventus, domenica scorsa. I partenopei, al momento, sono secondi in classifica, a quota ottantaquattro, ad una sola lunghezza di distanza dalla Vecchia Signora. L’ambiente napoletano è in ebollizione, la settimana che si appresta a concludersi ha messo in evidenza una città che crede fermamente nel sogno scudetto. Città e non solo perché anche i calciatori dopo aver messo in ginocchio la Juventus, iniziano a percepire che la conquista del primo posto non sia un miraggio.

Maurizio Sarri, in questi giorni, che stanno precedendo il match con la Fiorentina ha dimostrato una grande abilità nel distaccare i suoi uomini dal facile entusiasmo che serpeggia nel capoluogo campano, lavorando con meticolosità ed abnegazione presso il centro sportivo di Castel Volturno. Il tecnico toscano ha più volte ribadito che la favorita per la conquista del tricolore sia la Juventus, che tra l’altro ha un punto in più rispetto al Napoli, quindi, inutile illudersi, le sorti dello scudetto sono ancora nelle mani dei bianconeri. Indubbiamente la vittoria rimediata all’Allianz Stadium è di elevato prestigio ed ha permesso ad Insigne e compagni di ridurre il gap proprio dalla capolista, ma guai ad effettuare voli pindarici con la fantasia. Domenica, alle ore 18, il Napoli sarà atteso da un match assai insidioso contro la Fiorentina, compagine in piena lotta per acciuffare l’accesso diretto in Europa League e tra l’altro al “Franchi”, Maurizio Sarri da quando è alla guida degli azzurri non ha mai vinto.

L’ultimo trionfo in trasferta dei partenopei al cospetto dei gigliati risale addirittura al 2014, quando a decidere la sfida fu Gonzalo Higuain. Per quanto concerne l’esodo nel capoluogo toscano, si prevede l’arrivo in massa di circa 10.000 supporters azzurri che giungeranno a Firenze attraverso pullman organizzati, auto e treno. Il settore ospiti è andato sold-out nel giro di poche ore e a ciò andrà a sommarsi la presenza di tanti altri tifosi azzurri presenti nel resto dell’impianto. Nel frattempo, la Lega Calcio ha esaudito la richiesta espressa dal presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, ossia quella di far disputare le gare della sua squadra e della Juventus, nelle ultime due giornate, in contemporanea, ed infatti alla penultima  sia Roma-Juve che Sampdoria-Napoli si giocheranno domenica 13 maggio con fischio d’inizio alle ore 20:45, così come all’ultima, Juventus-Verona e Napoli-Crotone in programma il 20 maggio sempre alle 20:45.

Per quanto concerne la probabile formazione che scenderà in campo contro gli uomini guidati da Stefano Pioli, mister Sarri appare intenzionato a confermare, ovviamente, il collaudato 4-3-3 con Reina in porta, Hysaj sulla corsia di destra e Mario Rui a sinistra. Centralmente agirà la coppia Albiol-Koulibaly. A centrocampo spazio  al trio Hamsik, Jorginho, Allan, mentre in avanti Insigne e Callejon sono sicuri di una maglia da titolare, mentre nel ruolo di punta centrale permane un ballottaggio tra il diffidato Mertens e Milik, ma con ogni probabilità sarà nuovamente il folletto belga a partire dall’inizio. Per quanto riguarda la situazione infortunati, Ghoulam è tornato ad allenarsi in gruppo e l’obiettivo prefissato pare essere quello di strappare una convocazione, almeno per andare in panchina, nell’ultima giornata contro il Crotone. Cresce di ora in ora l’entusiasmo nel quartier generale azzurro, la città attende con trepidazione la gara di domani sera della Juventus contro l’Inter e a seguire il match di domenica alle 18 tra gli azzurri e la Viola. Si respira aria di scudetto, la vittoria di domenica scorsa all’Allianz Stadium non ha fatto altro che alimentare ancor di più le possibilità di agguantare il primo posto. Napoli ci crede e la squadra ha fatto quadrato, provando ad isolarsi dai vari fattori esterni, mirando dritti verso le ultime quattro giornate di campionato, da intendere come vere e proprie finali senza prova d’appello.

 

Tags
Mostrami di più

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close