Punta la Pistola contro un Gatto e Pubblica la scena su Facebook

Punta la Pistola contro un Gatto dell’amico che appare molto spaventato.


 

Si è consumata a Charlotte County, in Florida questa vicenda che ha visto un povero gatto torturato dall’amico del padrone. Era solo uno scherzo, così dice l’uomo che ha postato la foto su Facebook con una pistola puntata alla testa di un gatto e che ha creato grande preoccupazione e disagio per l’animale.

Thomas McGuinness (si chiama così l’uomo) tiene il gatto che ha chiamato “Boots”con una pistola puntata al viso e ha postato la scena su Facebook. Vi lasciamo immaginare i commenti piovuti contro l’uomo.

Lt. Brian Jones, responsabile della divisione “Charlotte County Animal Control”, ha reagito come tanti altri.

“E ‘spaventoso. E’ offensivo”, ha detto Jones.

McGuinness ci ha detto che era uno scherzo. Non voleva mostrare di nuovo il suo volto e ha ammesso di aver commesso qualcosa di sbagliato e gli dispiace. Le autorità per la protezione degli animali vedono il tutto in modo diverso.

“Ha impostato questa scena per cercare di essere divertente – ovviamente non è stato divertente”, ha detto Jones.

La Charlotte County ha controllato il gatto dopo il fatto e sembrava essere in buona salute, anche se su Facebook il proprietario ha ammesso di averlo colpito in due occasioni.

“Ha detto che si sentiva veramente male per quello che ha fatto. Sembrava rammaricato”

Il micio “Boots” appartiene ad un amico di McGuinness che non ha voluto mostrare il suo volto dopo che entrambi gli uomini hanno ricevuto minacce di morte.

“Penso che sia stupido”, ha detto il proprietario del gatto non identificato. ” Non è stato ferito nessun animale, mi dispiace per il fatto ma tutti dovrebbero guardare avanti alla vicenda e non soffermarsi su questa cosa.

L’indagine di Charlotte County si è chiusa con l’accusa di maltrattamento nei confronti degli animali

Mostrami di più

Wonder Channel Redazione

Siamo la redazione del magazine Wonder Channel, stacanovisti per passione. Siamo gli editori del magazine.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close