Robbie Williams parla dei suoi problemi mentali: “Ho una malattia che vuole uccidermi”

Robbie Williams si è aperto a proposito della sua battaglia con la salute mentale, dicendo che ha una “malattia che vuole ucciderlo”.

Il cantante ha spiegato come lotta quando rimane da solo, dicendo a The Sun:

“Fortunatamente e sfortunatamente, lasciato ai miei dispositivi, sono incline a sabotare tutto.
Ho una malattia che vuole uccidermi ed è nella mia testa, quindi devo guardarmi bene da questo: a volte mi travolge e talvolta ho bisogno di salire sul palco, a volte vivo beatamente ed è meraviglioso.

Robbie Williams
Robbie Williams

“Ma il più delle volte sono umano – avendo un’esperienza umana, cercando di affrontare le difficoltà e le tribolazioni di ciò che accade tra le mie orecchie”.

Robbie ha anche paragonato la sua vita a quella di George Michael, ed è stato pressato su come la morte del cantante lo abbia colpito: “E mi manca George Michael, vorrei che fosse qui.” ha detto.

L’anno scorso, Robbie è stato costretto a cancellare alcune date del tour a causa di uno spavento per un motivo di salute dopo che i medici abbiano scoperto “anormalità” nel suo cervello.

“Era ovviamente molto spaventoso, sono stato inviato direttamente al reparto di terapia intensiva. È molto strano passare dall’essere in tournée ad essere improvvisamente in terapia intensiva, ma è lì che mi sono trovato.”

Tuttavia, la star ha promesso di prendersi più cura di se stesso in futuro, aggiungendo che finalmente ha imparato dopo 44 anni di non essere “invincibile”.

Tags

Serena Costantino

Serena di nome e di fatto? Ci provo... Grande sognatrice, chi mi conosce lo sa; sono attratta da tutto ciò che supera il limite della superficialità. Vivo di musica da quando avevo 7 anni, alternandomi tra pianoforte e canto (ma se potessi suonerei tutti gli strumenti), studio lingue, amo leggere, scrivere, il cinema, la famiglia, la cucina e tanto tanto altro!

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close