Napoli trema. Il secondo posto è a rischio.

Napoli corsa 2 posto 2016

Sfumato il sogno scudetto, il Napoli rischia seriamente di restare a bocca asciutta anche per quanto concerne il secondo posto che assegnerebbe la partecipazione diretta alla prossima edizione di Champions League.

L’ultima sconfitta rimediata in trasferta all’ “Olimpico”, contro la Roma, ha riaperto i giochi per il secondo gradino della classifica alle spalle della Juventus campione d’Italia. Il clima attorno alla squadra partenopea non è più sereno come qualche settimana fa. Dopo l’espulsione di Higuain nel match contro l’Udinese dello scorso 3 aprile, qualcosa si è inceppato nel meccanismo perfetto della macchina azzurra. Polemiche al vetriolo ed accuse verso i poteri forti del calcio nazionale, il silenzio stampa indetto dal presidente De Laurentiis, le quattro giornate di squalifica inflitte al “pipita” poi ridotte a tre a seguito del ricorso presentato dai legali della società partenopea.

Una serie di eventi che hanno minato la concentrazione e la tranquillità attorno ad una squadra che stava cullando un sogno dai connotati tricolore, assieme ad un’intera città entusiasta e follemente innamorata del proprio club. Ed invece nelle ultime cinque gare di campionato, la banda di Sarri ha rimediato tre sconfitte lontano dal “San Paolo” al cospetto di Udinese, Inter e Roma e due vittorie tra le mura amiche contro le malcapitate Verona e Bologna. Due trend completamente differenti. Forti ed impenetrabili in casa, in difficoltà fuori. Questo ruolino di marcia ha acceso le speranze della Roma che a tre giornate dal termine è a soli due punti di distanza dai partenopei. La classifica recita: Napoli settantatre, giallorossi settantuno, anticipando un duello a distanza ,negli ultimi duecentosettanta minuti, davvero al cardiopalma. I prossimi avversari degli azzurri si chiamano Atalanta, Torino e Frosinone, tre gare sulla carta non proibitive contro squadre che in un senso o in un altro hanno il destino già segnato. Tra l’altro questo rush finale di stagione sarà importantissimo per Higuain in testa alla classifica cannonieri con trenta centri realizzati. Il “pipita” ha nel mirino il record di Nordhal che nella stagione 1949/1950 siglò trentacinque reti. L’argentino per superarlo, dovrebbe realizzare sei goal nelle ultime tre partite, una media di due reti a gara. Una sfida proibitiva ma non impossibile per un’attaccante che ha dimostrato di essere un vero leader per il Napoli e senza dubbio il miglior calciatore presente nella nostra serie A.

Sarri ci crede, il presidente De Laurentiis ha cercato di tranquillizzare i suoi ragazzi al termine del match contro la Roma, affermando con certezza e convinzione che il secondo posto non sfuggirà di mano ai partenopei ma è altresì vero che d’ora in avanti, gli azzurri dovranno inciampare il meno possibile ed ottenere il massimo nei prossimi tre scontri per non chiudere una stagione esaltante, in cui è stato sciorinato un calcio propositivo e travolgente, con un terzo posto insignificante e con il rischio di veder sfumare la partecipazione alla prossima Champions League, l’ unico obiettivo che riuscirebbe a trattenere sotto l’ombra del Vesuvio Higuain, corteggiato da molti top club europei.

Tags
Mostrami di più

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close